Scuola elementare annulla recita a causa di tariffa Siae. Blandini, per scuole tariffe ridotte

Stampa

Succede a Rosignano, dove alcune associazioni hanno raccontato al quotidiano “Il Tirreno” che le tariffe per riprodurre i pezzi musicali sono eccessive.

Questi i motivi della disdetta di uno spettacolo nella città Livornese da parte dei gestori di un teatro dove doveva svolgersi lo spettacolo di piccoli iscrtti alle scuole d’Infanzia ed Elementari.

“Il gestore del teatro, purtroppo, racconta solo il pezzo di ‘verità’ che gli conviene e così facendo disinforma e svilisce il valore del diritto d’autore, che è un diritto del lavoro”. Così in una nota risponde il direttore generale della Siae Gaetano Blandini

Blandini spiega che dal 2000 Siae e Miur hanno sottoscritto un’intesa che prevede “l’esenzione dal pagamento del diritto d’autore per le manifestazioni organizzate direttamente e sotto la responsabilità delle scuole” quando l’accesso è gratuito, riservato a studenti, familiari, docenti ed autorità, e l’iniziativa sia senza finalità di lucro e si svolga nelle strutture scolastiche.

Esenzione che vale anche se la manifestazione viene organizzata in spazi esterni “purché messi gratuitamente a disposizione dai proprietari o gestori. Qualora non ricorrano le predette condizioni, come ad esempio il caso in cui la struttura esterna alla scuola non sia messa gratuitamente a disposizione delle scuole, queste ultime potranno beneficiare comunque di tariffe ridotte. Ricade sulle scuole l’onere di informare preventivamente la Siae dell’esistenza delle circostanze che giustificano un’esenzione”.

Per il direttore generale di Siae dunque “il gestore del teatro non ritiene di mettere a disposizione gratuitamente la sua struttura e si fa pagare, ma contesta i pochi euro di pagamento del diritto d’autore”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur