Scuola e musica contro la mafia. Fa tappa a Cosenza

WhatsApp
Telegram

Scuola e musica contro la mafia. Fa tappa a Cosenza e coinvolge il locale Liceo classicoTelesio “Music for Change”, il più importante premio musicale europeo a sfondo civile. L’evento, organizzato da Musica contro le mafie, ha raccolto l’adesione del liceo cosentino con cui l’associazione ha collaborato nel progetto di rigenerazione urbana finanziato dal Ministero della Cultura, il cui esito, come ricordano gli organizzatori, “è tangibile nella realizzazione artistica a cielo aperto che ha riqualificato e impreziosito la scalinata della scuola e l’intera Piazza XV marzo”.

Proprio questa piazza, sabato 15 ottobre, si popolerà dunque di studenti provenienti da tutta Italia per assistere nella cornice del Teatro Rendano alla finale del Premio. Music for Change è la musica che comunica il cambiamento toccando otto aree tematiche: Resistenze e Democrazia, Ambiente ed Ecologia, Cittadinanza Digitale (e Derive), Parità di Genere e Diritti Lgbtq+, Lavoro e Dignità, Migrazione e Popoli, Disuguaglianze e Marginalità Sociale, Rigenerazione e Futuro. E “noi saremo certamente in prima fila, e alcuni nostri studenti in giuria, ad applaudire ai giovani artisti che si esibiranno spendendo il loro talento per una giusta causa: sensibilizzare e comunicare su temi di grande impatto sociale”, spiega il dirigente scolastico del Liceo Telesio, Antonio Iaconianni. “Trovo significativo, in un momento come quello che stiamo vivendo – continua Iaconianni – affidare alla musica, linguaggio universale e trasversale, il compito di riportare ordine valoriale ed armonia civile. La scuola deve aprirsi sempre più al territorio ed affiancare ogni iniziativa ed esperienza finalizzate all’acquisizione di una cittadinanza attiva e consapevole”.

Per questa XIII edizione “Music for Change” ha posto il suo distretto creativo nei BoCS Art della città di Cosenza. Qui, in ottobre, hanno lavorato gli otto finalisti: Riva, Heren Wolf, Kyotolp, Vandarko, Esdra, Olivia Xx, Alo, Luk e i due sfidanti Frenesi e Quaranta. Sabato mattina, a partire dalle ore 10, saranno valutati i brani proposti dagli artisti. Molto importante sarà anche il giudizio dei 3 Artist Deciders: Gabriella Martinelli, giovane artista tarantina, vincitrice di Area Sanremo 2019; Zulù dei 99 Posse e Roy Paci.

Alle ore 21:00 il momento della consegna del Premio avverrà in serata. Tra gli artisti più attesi, destinatari dei premi speciali, si segnalano la band torinese Eugenio di Via di Gioia, e il rapper Rancore, artisti il cui lavoro è sempre stato in linea con gli obiettivi che muovono la grande macchina di Music for Change.

A sottolineare il valore civile del premio, nei giorni del 13 e 14 ottobre approderà in città “Quarto Savona 15”, i resti della Fiat Croma blindata su cui viaggiavano gli uomini della scorta di Giovanni Falcone, che persero la vita nella strage di Capaci, sarà esposta in piazza XI Settembre. Custodito in una teca, “Quarto Savona 15” non ha mai smesso di camminare grazie all’impegno di Tina Montinaro, moglie di Antonio Montinaro, agente della scorta di Falcone.

WhatsApp
Telegram

TFA sostegno VIII ciclo: Scegli il corso di preparazione di Eurosofia a cura del Prof. Ciracì e dell’Avv. Walter Miceli che prepara a tutte le prove