Scuola e danni provocati dagli alunni: chi deve risarcire?

WhatsApp
Telegram

Come si deve comportare l’istituzione scolastica di fronte a alunni indisciplinati che provocano danni strutturali all’edificio scolastico?

Come si deve comportare l’istituzione scolastica di fronte a alunni indisciplinati che provocano danni strutturali all’edificio scolastico?

A rispondere dei danni provocati dagli alunni è, ovviamente la famiglia. Ogni scuola dovrebbe essere dotata di un regolamento interno che stabilisca le sanzioni disciplinari da applicare a qualsiasi tipo di infrazione da parte degli studenti.




Per quanto riguarda, invece, l’edilizia scolastica, anche se l’edificio è di competenza dell’ente locale che ne è proprietario, ciò non toglie che il dirigente scolastico posa chiedere un risarcimento dei danni alle famiglia degli alunni che provocano i danni. Ovviamente la richiesta da parte del dirigente scolastico può essere considerata soltanto un primo tentativo bonario per risolvere la questione.

Nel caso il tentativo del dirigente non sortisca l’effetto sperato la scuola deve comunicare all’ente locale i nominativi degli alunni e delle relative famiglie che provvederà alle azioni che riterrà opportune per recuperare quanto dovuto. Il recupero del danno spetta alla scuola soltanto laddove il danno provocato è su strutture non murarie il cui costo sia stato sostenuto dalla scuola dietro l’autorizzazione dell’ente locale. 

WhatsApp
Telegram

“Come compilare il nuovo pei pagina dopo pagina”. Dal 3 ottobre un nuovo corso tecnico/pratico di Eurosofia