05 Agosto 2020 - Aggiornato alle 23:56

Scuola digitale. Banda larga in tutte le scuole entro il 2018 con 600 milioni di finanziamento

"La banda larga raggiungerà tutte le scuole italiane entro la fine della legislatura". Lo ha detto Matteo Renzi all'assemblea dei gruppi parlamentari del Pd.

"La banda larga raggiungerà tutte le scuole italiane entro la fine della legislatura". Lo ha detto Matteo Renzi all'assemblea dei gruppi parlamentari del Pd.

Il Governo nei giorno scorsi ha presentato il Piano nazionale scuola digitale, che prevede l’investimento di un miliardo di euro e che prevede appunto l'impiego della banda larga.

Tre sono le  azioni chiave del piano scuola digitale: dare strumenti tecnologici alla scuola nel suo complesso, cioè banda ultra larga alla porta di ogni scuola, ambienti digitali per la didattica e sistemi di amministrazione digitale per le segreterie.

La seconda azione riguarda le competenze e i contenuti dell’insegnamento, dando un ruolo centrale al coding e rafforzando l’alternanza scuola-lavoro. 

Il terzo capitolo del programma riguarda la formazione del personale, docente e non: fondamentale il ruolo dell’Osservatorio Scuola digitale che nascerà tra poco.

Per portare la banda ultralarga nele scuole saranno disponibili 600 milioni di euro in 5 anni (2015-2020). Mise e Miur hanno firmato un protocollo di intesa con cui lo Sviluppo economico si impegna a dare priorità alle scuole, coinvolte dal MIUR nell’ambito del piano banda ultralarga.

Ritorno a scuola. Il 14 settembre il riavvio in sicurezza, previsti nuovi spazi alternativi. Segui i corsi di Eurosofia sugli adeguamenti necessari