Scuola di Alta Formazione, l’affondo dell’Ugl Scuola: “Ennesimo carrozzone con ingenti compensi poltronari”

WhatsApp
Telegram

“Oltre un milione di euro sperperati per creare un organismo che è un carrozzone servo della malapolitica e che non ha alcuna ricaduta sulle classi né sui docenti per i quali, invece, non si trovano i soldi per rinnovo del CCNL”.

Questo il commento amaro del Segretario Nazionale dell’UGL Scuola, Ornella Cuzzupi, in merito al provvedimento che prevede la realizzazione della Scuola di Alta formazione, un organismo, posto sotto la vigilanza del Ministero dell’Istruzione che dovrebbe coordinare e promuovere la formazione in servizio dei docenti di ruolo, dei dirigenti scolastici e amministrativi e del personale ATA.

“Sì, un sistema che lascia perplesso lo stesso Ministro che invita ad una riflessione supplementare prima di far diventar legge il decreto legato al PNRR 2. Un organismo – prosegue il Segretario Nazionale UGL Scuola –di cui nessuno ne sente il bisogno, considerato come certi compiti dovrebbero essere propri del ministero. Un’operazione questa che è un’offesa diretta al personale scolastico, il cui rinnovo contrattuale è basato su mance di qualche decina di euro, e alla scuola stessa che avrebbe, questa sì, necessità di interventi strutturali e di materiale didattico moderno. E invece cosa si fa? Si crea un ulteriore carrozzone, in grado, però, di attrarre ingenti risorse economiche e d’istituire compensi “poltronari” di notevole interesse e con ampie prospettive di clientelismo. Si pensi, che solo per il Presidente e il Direttore Generale di questo fantomatico Ente sono previsti stipendi per oltre 500.000 euro! Un vero e proprio scandalo nascosto sotto l’ipocrisia e un fiume di inutili parole”.

Un qualcosa che va, dunque, contro ogni logica di sana e costruttiva proiezione del futuro: “La rinascita dell’Istituzione scuola – afferma il Segretario Cuzzupi – non deve essere inteso come un nuovo contenitore per affari e sistemazione di personaggi. Occorre prendere atto che sono ben altre le strade da seguire. Il Personale della Scuola più che di una Scuola di Alta formazione, necessita di supporti validi, di strutture idonee di un sistema che sia garante di un’offerta valida da offrire agli studenti e quindi al futuro del Paese. E poi, diciamola tutta, noi siamo certi che all’interno del ministero vi siano tutti gli elementi necessari per consentire una buona organizzazione formativa, basta voler mettere in campo le giuste idee e i mezzi appropriati. I regali e le spartizioni sono ben altra cosa e noi, come UGL Scuola e come personale di scuola, li respingiamo al mittente. Alla scuola servono mezzi e servizi, riconoscimento del lavoro svolto e una formazione nell’ambito delle proprie peculiarità. Tutto il resto è pura demagogia se non interesse di parte!”

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur