Scuola d’estate, i docenti di ruolo si defilano. E i sindacati lanciano l’allarme: “Un business che aumenta il lavoro delle segreterie”

Il piano estate 2022 non è stato accolto con grande entusiasmo. Ecco perchè gli insegnanti di ruolo andrebbero a snobbare i progetti voluti da Patrizio Bianchi. Progetti che non ricevono nemmeno la benedizione dei sindacati, che sollevano diversi dubbi.

Più di 57.000 progetti da realizzare in 3.119 istituti scolastici, secondo le graduatorie dei fondi PON per la scuola (risorse europee) per il Piano Estate 2022. Le proposte progettuali saranno realizzate con un budget di 179 milioni di euro, che rappresentano una delle fonti di finanziamento messe a disposizione per la realizzazione delle attività.

Tuttavia, spiega Il Fatto Quotidiano, su 3119 istituti, 1.881 scuole che hanno lavorato per presentare il progetto non riceveranno nulla e dovranno usare risorse interne o rinunciare alle attività estive.

E qui vengono a galla i problemi: “Le risorse per il Piano estate arrivano dai pon ma spesso le segreterie non sono esperte e le rendicontazioni sono troppo onerose”, dice Antonello Giannelli, numero uno di ANP.

Critici i sindacati, che bocciano il piano Bianchi. “Parliamoci chiaro: quella che si fa non è scuola ma assistenza. Stiamo – afferma Pino Turi, segretario generale Uil Scuola – trasferendo risorse dal pubblico al privato con un surplus di lavoro delle segreterie”.

Francesco Sinopoli, numero uno di Flc Cgil, dice: “Di fronte alle scelte di questo Governo sulla scuola, scema anche la motivazione dei docenti a dare il proprio contributo in iniziative come questa”.

A rincarare la dose ci pensa Ivana Barbacci, numero uno della Cisl Scuola: “Molte scuole lamentano il fatto di avere le risorse assegnate sulla carta ma non averle in cassa. Inoltre non basta dire che le aule sono aperte d’estate: serve una progettualità che non può essere chiesta alle scuole nel giro di poco tempo. Al ministero ancora non hanno compreso che non possono far cadere questi progetti sulle teste dei presidi e dei docenti come fossero adempimenti

 

Piano Estate 2022, autorizzati più di 57.000 progetti in 3.119 istituti scolastici. Lingue, Stem, sport e digitale i moduli più richiesti. Le graduatorie