Scuola d’estate, 100mila euro per oltre 600 iscritti. Come candidarsi all’avviso Pon [VIDEO e SLIDE Ministero]

Stampa

Alle 15 del 21 maggio scade il termine ultimo per candidarsi all’avviso Pon. Il Ministero ha pubblicato la video guida nella quale si spiega a chi è rivolto l’avviso, quali sono le risorse a disposizione, quali sono le attività previste e quali progetti possono essere presentati. Le attività del piano estate si svolgono da giugno a settembre e sono finalizzate principalmente al recupero della socialità degli studenti

La partecipazione alle attività estive sarà volontaria. Fino a 600 alunni iscritti l’importo massimo riconoscibile è 60mila euro, se gli alunni iscritti superano i 600 l’importo sarà di 100mila euro. In totale le risorse Pon sono 320 milioni di euro su un totale di 510 milioni di euro.

All’avviso possono partecipare:

  • le istituzioni scolastiche statali del primo ciclo di istruzione (scuole primarie e secondarie di primo grado);
  • le istituzioni scolastiche statali del secondo ciclo di istruzione (scuole secondarie di secondo grado);
  • le scuole paritarie primarie e secondarie di primo e di secondo grado di cui alla legge 10 marzo 2000, n. 62, che svolgono un servizio pubblico a titolo gratuito o a fronte di una remunerazione che copra solo una frazione
    del costo reale (c.d. scuole paritarie che svolgono il servizio con modalità non commerciali) sulla base di quanto precisato e chiarito dalla Commissione europea. Si precisa che il riconoscimento della scuola paritaria come non commerciale deve essere stato acquisito in data antecedente alla scadenza del presente avviso e verificato poi dagli Uffici scolastici regionali di competenza. Inoltre, dette scuole paritarie devono essere presenti nell’anagrafica del sistema informativo SIDI;
  • i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti (CPIA);
  • le reti di istituzioni scolastiche (eccetto i CPIA). In questo caso, il progetto deve essere corredato, già in fase di presentazione della proposta progettuale, da un accordo di rete.

L’AVVISO

SLIDE

Stampa

Personale all’estero: preparati al colloquio!