Scuola dell’infanzia, in Piemonte approvate 16 nuove sezioni a tempo pieno

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato regione Piemonte – Sono 16 le nuove sezioni statali per l’infanzia a tempo pieno autorizzate dalla Regione Piemonte, a cui si aggiunge un completamento di sezione nell’alessandrino.

E’ quanto prevede la delibera approvata oggi dalla giunta regionale, su proposta dell’assessora all’Istruzione Gianna Pentenero. In particolare, ecco le sezioni autorizzate nelle singole province:

Città Metropolitana di Torino: 1 sezione a tempo pieno autorizzata rispettivamente presso le scuole dell’infanzia “Girotondo” di Rivalta e “E.Luzzati” di Vinovo

Alessandria: 3 sezioni a tempo pieno autorizzate alla scuola “Il Giardino dei colori” di Alessandria; 1 sezione a tempo pieno presso la “Don L. Chiabrera” di Visone e il completamento di una sezione in precedenza a tempo parziale alla “G. Lama” di Alessandria

Asti: 1 sezione a tempo pieno alla scuola dell’infanzia di Agliano Terme

Biella: 1 sezione a tempo pieno alla scuola dell’infanzia di Occhieppo Inferiore

Cuneo: 1 sezione a tempo pieno autorizzata rispettivamente presso le scuole “Arcobaleno” di Montà; “Rocco Carboneri” di Peveragno; “Nuto Revelli” di Roccasparvera e alla scuola dell’infanzia di Beinette.

Novara: 1 sezione a tempo pieno autorizzata rispettivamente presso le scuole dell’infanzia “Tadini” di Cameri, “Don L. Lucchini” di Borgomanero” e alla scuola dell’infanzia di Oleggio Castello.

Vco: 1 sezione a tempo pieno alla scuola dell’infanzia di Cambiasca.

“L’approvazione delle nuove sezioni – spiega l’assessora Pentenero – avviene sulla base dei criteri generali del dimensionamento scolastico, in particolare del numero di bambini iscritti alle liste d’attesa, ma anche tenendo conto di situazioni particolari, come la collocazione in un comune montano (il caso di Roccasparvera nel cuneese, ad esempio) o in un territorio marginale”.

Carla Ruffino
Ufficio Comunicazione
Assessorato Istruzione, Lavoro, Formazione Professionale

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione