Scuola dell’infanzia, maestra sospesa dal servizio per maltrattamenti ai piccoli alunni

di redazione
ipsef

Ancora notizie di maltrattamenti nei confronti di bambini frequentanti la scuola dell’infanzia.

‘Imbecille”,  ”stronzo”, ”disgraziato”, ”topolino che fa la cacca…”, sono questi alcune delle offese, come apprendiamo dall’Ansa, rivolte ad un bambino, frequentante una scuola materna pugliese, da parte della maestra.

La mamma dell’alunno aveva segnalato al Commissariato di Polizia che il figlio non voleva andare più a scuola e da lì sono partite le indagini conclusesi con la sospensione dal servizio della maestra.

La sospensione sembrerebbe essere diretta conseguenza di quanto filmato dalle forze dell’ordine.

L’avvocato della maestra, pur riconoscendo che la situazione è molto delicata, ha affermato che probabilmente la vicenda è stata ingigantita. Queste le sue parole, riportate dal’Ansa:

‘Siamo senz’altro di fronte a episodi gravi, ma che a mio avviso andavano affrontati in maniera diversa: non capisco perché la mamma del bambino non si sia rivolta alla dirigente scolastica, invece di andare subito alla Polizia”.

L’avvocato ha, inoltre, affermato che dai filmati non si vede altro che qualche spintone e dei rimproveri duri, ma propri di una maestra severa.  Lo stesso ha, infine, dichiarato che farà ricorso in procura al fine di togliere alla maestra in questione la sospensione comminata dal GIP.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione