“La scuola del futuro” di Profumo: orario più flessibile e riduzione di un anno del percorso scolastico?

di
ipsef

red – Possibile, è un tema già affrontato dal Ministro Profumo, ed oggi ripreso dalla rivista Tuttoscuola.com che svela di una riunione della commissione istituita ad hoc parallelamente all’incontro svoltosi a viale Trastevere in occasione della trattativa tra sindacati e Governo sugli scatti di anzianità.

red – Possibile, è un tema già affrontato dal Ministro Profumo, ed oggi ripreso dalla rivista Tuttoscuola.com che svela di una riunione della commissione istituita ad hoc parallelamente all’incontro svoltosi a viale Trastevere in occasione della trattativa tra sindacati e Governo sugli scatti di anzianità.

A riunirsi la commissione voluta dal Ministro che ha il compito di verificare la possibilità di riduzione del percorso scolastico degli studenti, tagliando il quinto anno di superiori.

Si tratta di notizie già fornite dalla nostra redazione, ma che per una interpretazione poco felice di alcuni lettori, e, probabilmente, per una presentazione dell’argomento da parte nostra non certo delle migliori, abbiamo preferito cancellare.

Si tratta, infatti, a nostro modo di vedere, del prossimo contributo che la scuola dovrà dare in termini di tagli.

Da un lato una revisione dell’orario di lavoro, le 24 ore non sono state che una prova tecnica.

Lo stesso Profumo lo ha detto in modo chiaro, che nel futuro, anzi, "nella scuola del futuro" c’è una revisione dell’orario di lavoro. Vedi: Profumo vuole "un patto per la scuola del futuro" in cui il lavoro del docente si prolunga nella giornata

Dall’altro lato ci sarà il tentativo di ridurre di un anno il percorso di studi, tagliando il quinto anno delle superiori e anticipando di un anno l’età del diploma.

Scenario del primo provvedimento sarà la contrattazione con i sindacati, non più una legge come per le 24 ore. Questo il Ministro l’ha detto chiaramente, anche dopo l’incontro avuto sugli scatti di anzianità. Il 2013 sarà l’anno del confronto che dovrà condurre alla rivisitazine del contratto per il 2014.

Il secondo provvedimento, la decurtazione di un anno del percorso scolastico, avrà come scenario il parlamento, e qui saranno le forze politiche a decodere. In gioco potrebbero esserc i 40.000 cattedre. Vedi: Riduzione a quattro anni percorso superiori, ipotesi concreta?

Quanto di tutto ciò sarà vero lo scopriremo nei prossimi mesi

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione