Scuola, da settembre in sicurezza o avremo ancora bisogno della didattica digitale integrata? Lettera

Stampa

inviata da Daniela Cigni – Settembre andiamo è tempo di……. La scuola riparte in presenza? Sarà davvero così o dopo pochi giorni saremo di nuovo in dad/ did…..? Gli ultimi due anni scolastici sono  stati difficili per tutti, ma in particolare per i docenti chiamati a portare avanti il loro compito formativo ed educativo in un contesto di completa incertezza.

Dalle lezioni frontali siamo passati d’emblée a fare lezioni on Line . Ci siamo sostenuti, aiutati tra di noi , abbiamo messo in gioco noi stessi . È vero alle volte i risultati ci sono stati e anche buoni, ma grazie all’ impegno dei singoli e alla voglia di portare avanti un progetto non solo lavorativo , ma anche di vita …

È  sì perché il lavoro dei “prof” non finisce mai . Con le colleghe , con cui ho avuto l’ onore di lavorare,  ci siamo inventate lezioni online in compresenza , percorsi multidisciplinari . …..e i nostri alunni hanno risposto  spesso bene : hanno inventato poesie da condividere, cruciverba, commenti audiovideo a testi, presentazioni di argomenti usando software didattici, lavorato su lavagne on Line condivise   …… è perché no, alla fine  di un percorso sui sentimenti, hanno chiesto di interpretare,  in remoto, spezzoni di INSIDE OUT visti insieme.

La scuola, intesa come comunità scolastica, è cambiata , noi siamo cambiati , abbiamo rinnovato la didattica, i rapporti con alunni e famiglie, utilizzato nuovi strumenti ( spesso i nostri diciamocelo…). ma la scuola , intesa come struttura,  a settembre   sarà adeguata alle misure igieniche sanitarie necessarie?  Forse anche per le strutture ci vorrebbe “ un green pass”….

Stampa

Eurosofia avvia il nuovo ciclo formativo: “Coding e pensiero computazionale per la scuola del primo ciclo”