Scuola chiusa per atti vandalici, il preside agli studenti: “Non ci sono rischi adesso. Si può tornare a fare lezione come prima”

WhatsApp
Telegram

Atti vandalici al liceo Peano-Pellico di Cuneo che hanno provocato crolli e danneggiamenti all’istituto hanno scosso la comunità scolastica, in particolare gli studenti. Il dirigente scolastico ha scritto un messaggio di incoraggiamento ai propri studenti.

Come riporta La Guida.it, il preside ha detto: “Oggi doveva esser il giorno del rientro a scuola e del ritorno alla normalità per tutti. Così non è stato, per via di quanto successo prima in un corridoio, dove le infiltrazioni di acqua piovana proveniente dall’area del cantiere hanno fatto cadere una quadrotta di compensato di controsoffitto, e poi, nell’intervallo, in una classe, dove un alunno ha confessato di aver provocato la rottura e il crollo di un’altra quadrotta“.

Il tutto – prosegue – è stato ripreso e ovviamente fatto ampiamente circolare, insieme ad altre immagini della scuola che dimostrerebbero le condizioni di pericolo e insicurezza generale. Vorrei che fosse chiaro che sono io stesso a voler farvi venire in una scuola senza rischi. Altrimenti non l’avrei chiusa per tre giorni”.

Dobbiamo quindi essere uniti nel pretendere maggiore sicurezza da chi ce la deve assicurare ed essere però anche ragionevoli nel riconoscere che non ci sono motivi per dubitare delle condizioni attuali della scuola e sulla possibilità di frequentarla come abbiamo fatto fino ad ora. Invito tutti a riflettere e non compiere scelte avventate”, conclude.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri