Scuola chiude bagni durante gli intervalli, dirigente chiarisce: protezione dai miasmi per gli studenti

di Giulia Boffa
ipsef

Il dirigente scolastico dell’istituto di Istruzione Superiore “Paolo Boselli” di Torino, chiarisce la scelta di tener chiuse le porte dei bagni della scuola durante gli intervalli.

Infatti, secondo il dirigente andare in bagno tutti insieme è da evitare, come succede negli intervalli, per una questione di tutela e protezione: i bagni sono “ambienti inadeguati ad accogliere contemporaneamente numerose decine di ragazze e ragazzi che, pertanto, subirebbero gli effetti “malsani e maleodoranti” di un assembramento causa di quegli afrori, pertanto da evitare” scrive il ds in una circolare, e continua” se penso ai miei figli, dunque anche a Voi, costretti a godere la pausa di un intervallo, a consumare uno spuntino, a fare la pipì in un ambiente che non esito a definire INADATTO (uso un eufemismo), provo un moto di indignazione e penso ad un doveroso possibile rimedio: POTRETE RECARVI IN BAGNO IN QUALSIASI MOMENTO, purché non in coincidenza degli intervalli ed evitando gli assembramenti.Lo penso e lo dispongo dalla vostra parte!”.

Inoltre, afferma il preside, si arriva tardi in classe dall’intervallo per attendere di entrare in bagno, per cui gli studenti possono andare in bagno a tutte le ore tranne che nell’intervallo. Per la tutela stessa dei ragazzi.

link alla circolare

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione