Scuola bocciata da Legambiente: scuolabus in calo, bene le mense

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pollice verso da parte di Legambiente per le scuole italiane. Il XIX rapporto Ecosistema inanella una serie di criticità che parte dalla qualità dell’edilizia e termina con i finanziamenti sui progetti educativi.

A darne conto è anche il FattoQuotidiano.it che ha estratto dal rapporto anche la carenza in fatto di mobilità. Su quest’ultimo punto si registra infatti la diminuzione nel servizio dello scuolabus negli ultimi cinque anni fino all’attuale 23%, con una netta divisione fra le scuole nelle aree del Nord (40%) e quelle nel Sud (13,7%).

La rinuncia allo scuolabus non riesce ad essere compensata neanche dalla camminata (a parte rare eccezioni come Bergamo, Lecco, Macerata e Padova) o dalla bicicletta come mezzi per raggiungere l’edificio scolastico. Rimane quindi il ricorso alla automobile privata con le classiche conseguenze inquinanti.

Male, sempre secondo Legambiente, anche la fruibilità delle aree verdi nelle scuole è carente (ne dispone solo una scuola su due) ,mentre il servizio mensa è usato da oltre tre studenti su quattro e ed è presente nell’87% delle strutture. Infine, i finanziamenti per progetti educativi delle scuole:  vengono sostenuti da circa il 72% dei Comuni, cioè il 10% in meno rispetto al 2012, con una spesa pro capite a studente che si aggira mediamente intorno agli 11 euro, con punte di virtuosismo in importanti città con una solida tradizione educativa come Reggio Emilia, che investe in media di più di 160 euro a studente.

 

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione