Scuola attiva corsi STEM alla Primaria per sole studentesse. Malcontento tra i genitori: “Garantire parità di genere”

WhatsApp
Telegram

Nel bolognese un istituto comprensivo ha attivato, grazie ai fondi Pnrr, corsi di potenziamento per le discipline STEM: mentre i corsi per la secondaria sono aperti a tutti gli studenti, quelli di quinta primaria soltanto alle studentesse. L’intenzione è quella di integrare queste competenze essenziali nei curricula di studenti e studentesse di tutti i cicli scolastici, promuovendo così un’educazione più equilibrata e attuale, ma le modalità hanno acceso un dibattito sulla parità di genere nell’educazione

Decisione comunicata alle famiglie tramite una nota, spiegando l’articolazione di tre moduli formativi di 10 ore ciascuno nel contesto del progetto Pnrr. Mentre i corsi per le classi prime e seconde delle scuole medie sono aperti a tutti, quello per le quinte della scuola primaria è stato limitato solo alle ragazze.

Dati sulle lauree STEM che, ricordiamo, sono impietosi, e mostrano una predominanza maschile, con il 59,0% di uomini tra i laureati. Tendenza che si accentua ulteriormente nei settori dell’ingegneria e delle scienze, dove rispettivamente il 74,0% e il 68,4% dei laureati sono uomini.

Squilibri che sono stati messi in evidenza da più parti, indicando la necessità di attenzione nell’orientamento alle discipline STEM verso il genere femminile. La decisione della scuola parrebbe rientrare proprio in quest’alveo ma, secondo quanto riporta l’ANSA, la decisione di escludere i maschi dal corso ha sollevato il malcontento tra i genitori, alcuni dei quali hanno richiesto chiarimenti alla dirigente scolastica.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia