Scuola aperta. Da settembre oltre la metà degli istituti avrà attività pomeridiane

WhatsApp
Telegram

In questi giorni si stanno distribuendo a 4.633 scuole 187 milioni di euro, Fondi Pon, per tenere le scuole aperte oltre le ore 14 per attività extracurriculari, il 53% delle superiori di secondo grado del Paese.

Le attività pomeridiane sono soprattutto tre: sport (il 28 per cento dei progetti), teatro e musica, in misura minore inglese e le discipline digitali. Il monte ore totale è pari a un milione, 215 ore per istituto è la media.

A Catania i progetti finanziati sono stati 150, La Campania ha il maggior numero di scuole coinvolte: 860. Poi la Sicilia: 692 progetti finanziati. In Puglia 569 istituti hanno aderito e in Lombardia 380. Duecentoventun scuole si trovano nelle aree colpite dal sisma: 84 nelle Marche e altre 84 in Umbria, 47 in Abruzzo, 6 nel Lazio. In tutto il Paese saranno coinvolti 700mila studenti e 33mila genitori.

La scorsa estate erano rimasti aperti 400 istituti di Roma, Milano, Napoli e Palermo.

Dei 187 milioni totali, 74,7 milioni sono andati alle scuole delle regioni più sviluppate, dove si è registrato un tasso di adesione all’avviso del 37 per cento, 9,5 milioni sono stati assegnati agli istituti delle regioni in transizione (tasso di adesione del 41per cento) e 102,9 milioni alle regioni in ritardo di sviluppo (tasso di adesione oltre l’81 per cento).

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito