Scuola alla deriva: i DSGA facenti funzione destituiti in corso d’anno scolastico, in emergenza COVID-19. Lettera

Stampa

inviata da Angelica Tropi –  Da vent’anni, i Direttori dei Servizi Generali Amministrativi facenti funzione impegnati, responsabili, consapevoli del loro ruolo, di tutto ciò che è stato fatto e che
deve essere realizzato nell’ambito della scuola di appartenenza, titolarità verranno destituiti, in corso d’anno scolastico, provocando inevitabilmente un forte arresto della macchina scolastica, portando alla deriva la scuola.

Attualmente, in piena emergenza COVID-19, si può rimanere fermi, impassibili e permettere che si porti allo stallo la scuola?

Per ora il Ministro della Pubblica Istruzione non pare intenzionata a mettere in atto iniziative significative a garantire la funzionalità della scuola STABILIZZANDO i Direttori dei Servizi Generali Amministrativi facenti funzione; anzi, con l’approvazione dell’emendamento Granato-Rampi, molte scuole subiranno un inevitabile arresto in considerazione, anche, al fatto che ci troviamo in emergenza COVID-19.

In qualsiasi istituzione scolastica è presente il Direttore dei Servizi Generali e
Amministrativi.

Parliamo infatti della figura direttiva più importante e con le maggiori responsabilità dopo il Dirigente Scolastico.

Le sue attività principali sono di tipo amministrativo, contabile e direttivo. Nello specifico:

  • svolge attività lavorativa di rilevante complessità ed avente rilevanza esterna.
  • Sovrintende, con autonomia operativa, ai servizi generali amministrativo-contabili e ne cura l’organizzazione svolgendo funzioni di coordinamento, promozione delle attività e verifica dei risultati conseguiti, rispetto agli obiettivi assegnati ed agli indirizzi impartiti, al personale ATA, posto alle sue dirette dipendenze.
  • Organizza autonomamente l’attività del personale ATA nell’ambito delle direttive del dirigente scolastico. Attribuisce al personale ATA, nell’ambito del piano delle attività, incarichi di natura organizzativa e le prestazioni eccedenti l’orario d’obbligo, quando necessario. Svolge con autonomia operativa e responsabilità diretta attività di istruzione, predisposizione e formalizzazione degli atti amministrativi e contabili;
  • è funzionario delegato, ufficiale rogante e consegnatario dei beni mobili.
  • Può svolgere attività di studio e di elaborazione di piani e programmi richiedenti specifica specializzazione professionale, con autonoma determinazione dei processi formativi ed attuativi.
  • Può svolgere incarichi di attività tutoriale, di aggiornamento e formazione nei confronti del personale. Possono essergli affidati incarichi ispettivi nell’ambito delle istituzioni scolastiche.

In quasi tutte le scuole italiane, da venti anni il Ministero dell’Istruzione e dell’Università e Ricerca si è avvalso di assistenti amministrativi facenti funzione di Direttori dei Servizi Generali Amministrativi, la funzione è molto complessa, non sempre il rapporto con il personale scolastico è facile; la normativa è sempre in divenire, comunque, con responsabilità e immedesimazione nel ruolo i Direttori dei Servizi Generali Amministrativi facenti funzione in autonomia avviano e definiscono i procedimenti per la realizzazione del Piano Triennale dell’Offerta Formativa e di tutto ciò che gli compete da contratto profilo D per il buon andamento dell’Istituzione scolastica, seguendo i criteri di efficienza, efficacia ed economicità ( art. 97 Cost. artt. 1- 2 D. Lgs 165/2001)

L’importanza delle conoscenze e competenze acquisite sul campo dei Direttori dei Servizi Generali Amministrativi facenti funzione deve essere riconosciuta.

Le competenze acquisite sul campo non possono essere messe in discussione e processate da prove preselettive e neanche dal possesso del titolo di studio, in questo caso concreto; il sistema di reclutamento deve essere rivisto, l’assunzione in ruolo del personale deve essere preceduto da tirocinio, al fine di realizzare la migliore utilizzazione delle risorse umane conformemente alle disposizioni di legge per il buon andamento delle Istituzioni scolastiche secondo principi di efficienza, efficacia ed economicità.

Tutti questi anni di servizio dei Direttori dei Servizi Generali Amministrativi facenti funzione sono andati ben oltre ad un periodo di tirocinio, in un contesto emergenziale, come questo, riattivare la mobilità professionale dei passaggi tra aree o bandire un concorso riservato ai Direttore dei Servizi Generali Amministrativi facenti funzione sarebbe auspicabile perché necessario e urgente per garantire la funzionalità amministrativo-didattica “a macchina già attiva e in produzione”.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia