“Scuola al Centro”, in Lombardia progetti su prevenzione dispersione, autoimprenditorialità, musica, sport, teatro e cinema. Progetti sino al 29 giugno

Stampa

Milano, 20 giugno 2016 – Settecento scuole statali nelle aree periferiche di quattro città metropolitane – Roma, Milano, Napoli e Palermo – diventeranno questa estate centri vivi di formazione e aggregazione, offrendo attività e percorsi dididattica integrativa durante le aperture pomeridiane. È questo il cuore de “La Scuola al Centro”, il Piano Nazionale da 10 milioni di euro voluto dal MIUR per prevenire la dispersionescolastica nelle periferie e, al tempo stesso, trasformare la Scuola in un luogo di incontro e di promozione culturale. 

Milano, 20 giugno 2016 – Settecento scuole statali nelle aree periferiche di quattro città metropolitane – Roma, Milano, Napoli e Palermo – diventeranno questa estate centri vivi di formazione e aggregazione, offrendo attività e percorsi dididattica integrativa durante le aperture pomeridiane. È questo il cuore de “La Scuola al Centro”, il Piano Nazionale da 10 milioni di euro voluto dal MIUR per prevenire la dispersionescolastica nelle periferie e, al tempo stesso, trasformare la Scuola in un luogo di incontro e di promozione culturale. 

Solo nell’area di Milano, il piano prevede il finanziamento per 2.587.504 euro di progetti che puntano sulle energie delle periferie: le somme, fino a 15.000 euro per scuola, sosterranno i costi delle attività, del materiale edel personale. Le attività potranno essere svolte in collaborazione fra istituti scolastici, con enti locali, università, associazioni, cooperative. Dalleiniziali 700 scuole della prima fase, si passerà da settembre al coinvolgimento di altre 5.000 istituzioni attraverso finanziamenti del PON Scuola.  

A seguito delle richieste pervenute dalle scuole in merito al periodo nel quale svolgere attività, proseguiranno anche nei mesi di ottobre, novembree dicembre solo gli interventi previsti oltre l’orario curricolare e salvo avvio delle attività nel periodo di sospensione estiva dell’attività didattica. Le scuole che hanno previstointerventi per il periodo 1 luglio-10 settembre 2016 avranno priorità di accesso al finanziamento.

Prevenzione del disagio sociale e della dispersione ma non solo: tra gli ambiti entro i quali ricadono i progetti che saranno finanziati figurano l’autoimprenditorialità, l’avvicinamento alla musica, le attività sportive, i laboratori artistico-espressivi, la promozione di cinema e teatro, la diffusione della lettura, iniziative di cittadinanza attiva e volte alla conoscenza del territorio di appartenenza. Le scuole dell’area metropolitana di Milano hanno tempo fino a mercoledì 29 giugno per presentare progetti di didattica integrativa sul sito www.areearischio.it, nella sezione “Scuole al Centro – Piano Nazionale per le Periferie”.  

Per l’assistenza tecnica al Portale è possibile scrivere all’indirizzo [email protected]

Ufficio Scolastico Regionale Lombardia
email: [email protected]

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur