Scuola al centro. Faraone a Palermo: rilanciamo il progetto

Stampa

“Vogliamo rilanciare il progetto ‘Scuola al centro’, partito questa estate a livello sperimentale in quattro città come Palermo, Napoli, Roma e Milano con un investimento da 240 milioni di euro di fondi Pon che ora andranno a circa 6.000 scuole di tutto il territorio nazionale”: lo ha annunciato il sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, intervenuto a Palermo, al quartiere Brancaccio.

Si è svolta con il sottosegretario la giornata conclusiva del progetto “Sport, musica e parole… ancora insieme a scuola”, inserito all’interno del programma ministeriale “Scuola al centro”.

Alla prima tranche del progetto hanno partecipato circa 70 scuole di Palermo, per un totale di circa 6.000 studenti. Adesso la seconda fase del progetto a livello nazionale: 240 milioni di fondi Pon della programmazione 2014/2020 per circa 6.000 scuole, che potranno candidarsi fino al 31 ottobre e ricevere fino a 40 mila euro per il proprio progetto.

“La mancanza di spazi e opportunità per i bambini che aspettano in liste d’attesa lunghissime per poter accedere alle scuole – ha aggiunto Faraone – e il tempo pieno che ha una percentuale ridicola rispetto al Nord Italia sono i due elementi di debolezza principali del nostro sistema, e finalmente abbiamo le risorse per risolverli. Invece di distribuire i fondi Pon a pioggia senza una progettazione unica, adesso saranno canalizzati nella valorizzazione del tempo pieno e questo vuol dire più insegnanti, strutture aperte oltre il suono della campanella e un terzo settore che interviene insieme alle scuole”.

Stampa

“App-prendo insieme per una rete sicura” è il nuovo progetto di Eurosofia a cura del Prof. Francesco Pira. Il 4 febbraio segui la diretta