Scuola a settembre, Conte: “non ci sarà ripartenza diversificata tra regioni”

Stampa

Tutti insieme e con le stesse regole, non ci sarà una ripartenza diversificata in base ai livelli di contagio, questo ha affermato oggi il Primo Ministro Conte durante una intervista al Corriere.

Da quanto si intuisce, però, la chiusura potrà avvenire nel caso in cui i parametri di sicurezza vengano oltrepassati in territori ristretto. Quindi le scuole potrebbero tornare in lockdown nel caso in cui gli equilibri tra i vari indici quali il R0, il rapporto tra malati e posti in terapia intensiva venissero a mancare

“Il rientro  – ha detto Conte – deve essere gestito in modo unitario su tutto il territorio nazionale. Stiamo lavorando con la ministra Azzolina a un ventaglio di soluzioni così che a tutti i nostri studenti venga assicurato il rientro in classe a settembre in condizioni di sicurezza”.

Stampa

Black Friday Eurosofia, un’ampia e varia scelta di corsi d’aggiornamento pratici e di qualità con sconti imperdibili