Scuola 2018: 4 buoni propositi formativi per il nuovo anno

Stampa

PubbliRedazionale SoloFormazione – Il 2017 volge al termine, e con esso è consuetudine per tutti fare un bilancio dei dodici mesi trascorsi

Con l’arrivo del nuovo anno è buona abitudine fare una lista di buoni propositi, per avere uno stimolo a migliorare.

Molto spesso però i buoni propositi falliscono perché non c’è dietro una forte motivazione che li sostiene.

Il primo passo dunque è trovare una ragione valida per portarli a termine; in campo lavorativo ad esempio un valido obiettivo potrebbe essere migliorare la propria carriera, trovare un impiego a tempo indeterminato o iniziare a fare quel lavoro che abbiamo sempre sognato.

Per gli aspiranti insegnanti come si possono realizzare questi obiettivi?

Ecco di seguito una breve lista di buoni propositi che possono dare ispirazione e motivazione:

1.Migliorare l’inglese:

la conoscenza dell’inglese è ormai un requisito fondamentale per essere a proprio agio nella società contemporanea. L’inglese infatti è al giorno d’oggi una lingua universale parlata in tantissimi paesi del mondo. La lingua inglese spesso è anche richiesta in tantissimi ambiti lavorativi, e quello della scuola non è da meno. Gli studenti iniziano sempre prima a imparare la lingua e gli insegnanti devono stare al passo. Non solo, una conoscenza dell’inglese pari al livello B2 è richiesta per partecipare a molti concorsi pubblici, per questo sarebbe un’ottima soluzione conseguire una certificazione linguistica che attesti il proprio livello di inglese.

2.Ampliare le prospettive lavorative:

spesso nella ricerca del lavoro siamo molto vincolati al paese d’origine o alla città di appartenenza. Ma se non si hanno problematiche particolari, questo può essere un grosso limite nella ricerca del lavoro dei propri sogni, soprattutto se riguarda il mondo dell’insegnamento. Infatti, se l’iscrizione in graduatoria è possibile in una sola provincia, l’invio della messa a disposizione, cioè l’invio del proprio curriculum alle scuole, può essere fatto potenzialmente in tutte le province italiane. Questa volta prova a inviare la tua messa a disposizione in una provincia diversa, lontana da casa, e mettiti in gioco: potresti aumentare notevolmente le possibilità di chiamata da parte delle scuole.

3.Fare un master o un corso di perfezionamento:

la formazione non finisce più con il corso di laurea. Proseguire il proprio percorso di studi con un master o un corso di perfezionamento è un’opzione sempre più diffusa, e in questo modo aumentano le professionalità altamente qualificate e quindi la concorrenza in fase di selezione lavorativa.

Per non veder scartato subito il proprio curriculum, può essere quindi utile una formazione continua iscrivendosi a un master annuale. Un master non è solo utile ai fini del curriculum ma fornisce anche punteggio ai fini dell’aggiornamento delle graduatorie di seconda e terza fascia.

4.Diventare insegnante:

insegnare è ancora il sogno di tanti, ma come è possibile realizzarlo? Tra precariato, contratti a tempo determinato e mille altre difficoltà è facile scoraggiarsi. La permanenza nelle graduatorie per mesi o anni senza essere contattati non fa altro che demoralizzare ancora di più.

Tuttavia, aspettare passivamente che squilli il telefono e che qualcuno ci offra un lavoro non serve a molto. È necessario agire e ricercare attivamente un lavoro, soprattutto se si tratta di insegnare. Oltre all’iscrizione in graduatoria, per aumentare le proprie possibilità è possibile inviare curriculum in autonomia tramite la domanda di messa a disposizione, non solo alle scuole pubbliche ma anche alle paritarie e private, spesso non prese in considerazione.

L’utilizzo di piattaforme come voglioinsegnare.it per l’invio della messa a disposizione consente in poco tempo di inviare centinaia di domande a tantissime scuole.

E’ possibile aumentare le possibilità di essere contattati anche con l’iscrizione a supplenti.it, un database con oltre 90.000 aspiranti docenti già iscritti; il sito è consultato da tantissime scuole italiane per la ricerca di supplenti.

Dai una svolta al tuo percorso formativo e professionale, scegli un obiettivo e con costanza portalo a termine: in questo modo i risultati arriveranno presto e il 2018 potrà rivelarsi un anno ricco di soddisfazioni!

MIGLIORA SUBITO IL TUO CURRICULUM

 

Per informazioni e iscrizioni chiama lo 02 87199126

Attivo anche il servizio orientamento via WhatsApp al n. 392 3289721

Segui la nostra pagina facebook per restare aggiornato sulle nostre offerte formative.

https://www.facebook.com/soloformazione.it/

 

Stampa