Scrutini: nel verbale è possibile scrivere i nomi dei docenti che hanno votato per la bocciatura

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Presidente della Provincia di Trento, Ugo Rossi, ha risposto favorevolmente ad una interrogazione dopo il caso della scuola in cui il Dirigente Scolastico aveva preteso che nel verbale dello scrutinio fossero indicati i nomi degli insegnanti che avevano votato a favore o contro la bocciatura.

La prassi – secondo il Presidente Rossi – è inusuale, ma non illegittima. La scheda di valutazione infatti è un documento personale che viene consegnato allo studente, ma nulla toglie che lo studente possa fare richiesta di accesso agli atti per conoscere i dettagli della propria valutazione.

In pagella – si legge sul Giornaletrentino – continuano ad essere riportati voti finali ed esito, mentre eventuali giudizi e commenti possono essere riportati nel verbale, a cui lo studente può accedere seguendo il relativo iter.

Rossi precisa comunque che le scuole e i consigli di classe possono decidere il grado di dettaglio delle pagelle.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
voglioinsegnare