Scrutini 2021, possono svolgersi in presenza o a distanza. NOTA Ministero: “Anche i docenti hanno necessità di recuperare relazionalità”

Stampa

Emergenza sanitaria e operazioni di scrutinio a conclusione dell’a.s. 2020/2021. Nota del Ministero dell’Istruzione 823 del 28 maggio 2021. Il MI chiarisce in merito alle modalità di svolgimento, nell’attuale emergenza sanitaria, delle riunioni dei consigli di classe in occasione delle operazioni di scrutinio finale dell’anno scolastico corrente

Iil riferimento per l’organizzazione delle prossime attività di scrutinio è l’art. 73, comma 2-bis, della legge di conversione 24 aprile 2020, n. 27 che, fino alla data di cessazione dello stato di emergenza, prorogata al 31 luglio 2021, prevede:
“le sedute degli organi collegiali delle istituzioni scolastiche ed educative di ogni ordine e grado possono svolgersi in videoconferenza, anche ove tale modalità non sia stata prevista negli atti regolamentari interni di cui al decreto legislativo 16 aprile 1994, n. 297”.

Le operazioni di scrutinio potranno dunque essere svolte da collegi riuniti in presenza o da remoto, avuto riguardo alle specifiche situazioni territoriali e di contesto.

NOTA 823.28-05-2021 

Organi collegiali

A questo punto, confermata come sopra la necessità di ottemperare alle oramai ben note prescrizioni di sicurezza – mediante distanziamento, aerazione, igiene personale e ambientale, utilizzo di mascherine -, quali le ragioni per cui, ove possibile in relazione al contesto, è auspicabile tornare a svolgere le riunioni collegiali in presenza? Chiede Versari, capo di dipartimento del MI. “Così come i discenti, pure i docenti hanno necessità di recuperare relazionalità per svolgere al meglio il proprio compito educativo di istruzione“.

Gli scrutini – conclude il MI – saranno occasione di condivisione delle attività previste nell’ambito del “Piano scuola estate 2021. Un ponte per il nuovo inizio” soprattutto quelle progettate per il consolidamento degli apprendimenti in vista della ripresa del prossimo anno scolastico.

Data scrutini

Il Ministero, con ordinanza del 17 maggio, anticipa l’avvio degli scrutini (in ogni caso non prima dell’1 giugno) e si concluderanno entro il termine delle lezioni. La data dipenderà dai calendari scolastici deliberati.

Ecco le date per regione:

Abruzzo: 10 giugno*

Basilicata: 11 giugno*

Calabria: 12 giugno*

Campania: 12 giugno*

Emilia Romagna: 5 giugno*

Friuli Venezia Giulia: 10 giugno*

Lazio: 8 giugno*

Liguria: 9 giugno*

Lombardia: 8 giugno*

Marche: 5 giugno*

Molise: 5 giugno*

Piemonte: 11 giugno*

Puglia: 11 giugno*

Sardegna: 12 giugno*

Sicilia: 9 giugno*

Toscana: 10 giugno*

Umbria: 9 giugno*

Valle d’Aosta: 8 giugno*

Veneto: 5 giugno*

Prov. Bolzano: 16 giugno

Prov. Trento: 10 giugno*

* La fine delle attività per la scuola dell’infanzia è per tutte le regioni fissata al 30 giugno.

Stampa

Acquisisci 6 punti con il corso Clil + B2 d’inglese. Contatta Eurosofia per una consulenza personalizzata