Scrima (CISL): Legare retribuzioni al merito, ma non a prescindere dagli scatti di anzianità

di
ipsef

red – "E’ il contratto il luogo deputato per il riconoscimento del lavoro e dell’impegno di chi nella scuola opera". Ad affermarlo è il segretario della CISL scuola

red – "E’ il contratto il luogo deputato per il riconoscimento del lavoro e dell’impegno di chi nella scuola opera". Ad affermarlo è il segretario della CISL scuola

La proposta del riconoscimento del merito agli insegnanti al di là dell’anzianità di servizio, la CISL chiede il rispetto del patto stipulato con il precedente governo per pagare gli scatti per il passato triennio.

Nell’accordo è anche scritto che attraverso lo strumento contrattuale i sindacati avrebbero valutato l’opportunità di un nuovo metodo di riconosciemto, ma senza demonizzare l’anzianità di servizio, esperienza professionale riconosciuta in tutti i paesi europei.

"Fino ad ora l’errore commesso – afferma il segretario CISL – è stato di considerare il riconoscimento come una meritocrazia premial-punitiva che va contro l’obiettivo. Bisogna creare una cultura della valutazione, senza demonizzare il lavoro dell’agenzia Invalsi e all’interno di questo sistema affrontare la questione delle performance individuali."

La video intervista

Versione stampabile
anief
soloformazione