Scorrimento graduatorie docenti concorso ordinario 2020 per assunzioni in ruolo 2024/25. NOVITÀ e Raccomandazione nel Decreto PNRR

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario 2020, Alessandra Torrioni & Gian Michele Mostardini Coordinatori e portavoce nazionali del “Movimento Idonei 2020 per il ruolo, gli invisibili” ci illustrano le novità delle interlocuzioni a livello politico per la gestione delle immissioni in ruolo dell’anno scolastico 2024/25. Come avverrà lo scorrimento delle graduatorie del concorso 2020?

Il concorso bandito con DDG n. 2575/2023 per la scuola secondaria e DDG n. 2576/2023 per infanzia e primaria, afferenti alla fase straordinaria delle assunzioni PNRR, rischiano di gettare ombra sulle assunzioni che è possibile effettuare dalle graduatorie dei concorsi ancora esistenti, in cui sono collocati vincitori e  – per il concorso 2020 – idonei.

A marzo il Sottosegretario Frassinetti aveva risposto ad una interrogazione sugli idonei del concorso 2020, puntualizzando

A decorrere dall’anno scolastico 2024/2025, quindi, gli idonei dei concorsi precedenti al PNRR sono inseriti nelle graduatorie di riferimento utilizzate per le immissioni in ruolo, seppur nei limiti delle facoltà assunzionali residuali rispetto alle immissioni in ruolo necessarie al raggiungimento degli obiettivi previsti dal PNRR: facoltà che potranno solo beneficiare dell’eventuale utilizzo del meccanismo di flessibilità assunzionale di cui si è detto.”

Il Movimento degli idonei 2020 ha voluto precisare questo passaggio e da oltre due mesi è in essere un’interlocuzione con esponenti politici  sia dell’opposizione ma soprattutto della maggioranza che
sostiene il Governo italiano, condotta dai Portavoce e Coordinatori nazionali Gian Michele Mostardini e Alessandra Torrioni.

L’avvio del percorso è stato possibile grazie all’On. Valentina Grippo, Vice presidente della Commissione cultura della Camera dei Deputati da cui è scaturito un emendamento all’Art. 14. C. 7 del “Decreto PNRR 2024”, accolto successivamente dal Governo come raccomandazione. All’azione e all’appoggio di Valentina Grippo si è aggiunto quello dell’ex Ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini.

Ecco la raccomandazione

 

Il Movimento ha avuto quindi la necessità di “chiarire” in modo inequivocabile ciò che è contenuto nel cosiddetto Decreto PA BIS del 2023 e cioè che gli idonei dei concorsi non PNRR scorrono per i posti non messi a bando per i nuovi concorsi ma comunque necessari e autorizzati dal MEF annualmente, a partire dalle imminenti prossime assunzioni.

Ad oggi – affermano i Coordinatori del Movimento – possiamo dire che le graduatorie di merito dei concorsi 498 e 499 del 2020, cosi come i precedenti – ove sussistano – scorreranno parallelamente a quelle PNRR (queste ultime solo per i vincitori) fin dalla prossima tornata e che ci è stato assicurato che non verranno fatti accantonamenti fittizi per i prossimi concorsi.

Abbiamo chiesto – concludono i portavoce del Movimento – un’attenzione particolare per le classi di concorso le cui procedure concorsuali bandite nel 2020 si sono concluse solo poche settimane fa, per quelle che hanno “sofferto” a causa delle lentezze che hanno portato alla pubblicazione tardiva delle relative graduatorie e per le situazioni in cui si è rasentato l’assurdo nella mancata attribuzione dei posti ai vincitori, non certo per colpa dei candidati risultati tali.

Proposta assunzioni con doppio canale (GaE/concorsi e GPS)

Il Movimento degli idonei 2020 vuole ribadire inoltre il no ad un possibile doppio canale di reclutamento.  Assunzioni docenti, gli idonei del 2020 dicono No al doppio canale di reclutamento: “30mila persone ancora in attesa del ruolo”

in merito al quale è pervenuta oggi la risposta Assunzioni docenti, Pittoni (Lega): “Il doppio canale darebbe ordine di accesso. Idonei non verrebbero scavalcati”

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri