Sciopero scuola 29 gennaio, studenti in piazza per un rientro sicuro in classe

Stampa

Previste mobilitazioni studentesche per rivendicare scuole sicure e affermare la contrarietà alla Dad che lo sciopero dei docenti aderenti alle sigle sindacali Si Cobas e Slai Cobas.

In più di 20 piazze italiane gli studenti si mobilitano aderendo alla giornata di sciopero generale proclamato dal SICobas e SlaiCobas nel quadro dell’Assemblea dei lavoratori combattivi. È prevista la partecipazione allo sciopero di alcune categorie, compresi i lavoratori della scuola.

La principale rivendicazione studentesca è la maggiore sicurezza nelle scuole con l’aumento degli spazi scolastici, l’assunzione del personale docente per cancellare le classi pollaio, un trasporto pubblico sicuro e gratuito e per un reale tracciamento dei contagi  implementando un sistema efficace tamponi gratuiti per professori e studenti.

Gli studenti denunciano la Dad fatta senza dispositivi sufficienti e senza diritti.

“Questa forma di didattica ormai strutturale è diventata l’ennesima barriera classista per il diritto allo studio che gli studenti delle classi popolari e delle periferie devono affrontare per portare a termine gli studi”, dicono gli organizzatori.

Ecco l’elenco di alcune piazze coinvolte: Roma: ore 10, Piramide; Torino: ore 10, piazza Solferino; Milano: ore 9, Regione Nuova; Imperia: ore 9:30, piazza Roma; Napoli: ore 9 30, piazza mercato; Bologna: ore 10:30, piazza Maggiore; Gorizia: ore 8, piazza Cesare Battisti; Parma: ore 8:30, Barriera Bixio; Pinerolo (TO): ore 9, centro studi via dei Rochis; Siena: ore 9, piazza San Domenico; Catania: ore 10, piazza Montessori; Ascoli Piceno: ore 9:30 piazza del Popolo; Bari: ore 17, piazza Umberto; Padova: ore 9, piazzale della stazione; Cosenza: ore 9 provveditorato via Montagna; Taranto: ore 9, piazzale della vittoria; Reggio Emilia: ore 9:30 provveditorato via Mazzini Legnano (MN): ore 12, Liceo Cotta.

Stampa

1,60 punti per il personale ATA a soli 150€, con CFI!