Sciopero scrutini. Giannini “clima più disteso”

di redazione
ipsef

Secondo il Ministro l'appello al senso di responsabilità riguarda la minaccia del blocco degli scrutini sta dando i suoi frutti.

Secondo il Ministro l'appello al senso di responsabilità riguarda la minaccia del blocco degli scrutini sta dando i suoi frutti.

"Credo che il clima che si sta instaurando possa portare anche a una fiducia" sul blocco degli scrutini da parte dei sindacati. Il Ministro ha ricordato "di aver fatto appello alla responsabilità di tutte forze sindacali perché non ricada su studenti, mondo della scuola e famiglie il peso di una protesta che ha la sua legittimità pienamente riconosciuta ma che può trovare altre forme".

Per quanto riguarda i lavori di approvazione del DDL Scuola il Ministro ha commentato "Si sta procedendo con tempi rapidi ma anche doverosamente dedicati al dialogo e all'apertura sui punti più significativi".

In realtà quello che è stato proposto all'opinione pubblica come "blocco degli scrutini" altro non è che una forma legale di protesta, che consiste nello sciopero e nel rinvio degli scrutini, entro i termini stabiliti dalla legge.

E non ci risulta che nelle scuole il clima sia disteso, se riceviamo comunicazione che gli scrutini vengono calendarizzati anche di domenica ( Perché … Perchè …. la domenica mi lasci solo per andare a fare gli scrutini… ) o anticipati prima del termine delle lezioni senza alcuna causa di forza maggiore a giustificazione Scrutini finali. E' legittimo anticiparli? La normativa

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione