Sciopero Invalsi, proclamato per il 3 maggio: niente somministrazione e correzione prove

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha pubblicato la nota n. 11842 del 16 aprile 2019, avente per oggetto lo sciopero per il 3 maggio 2019.

Sciopero prove Invalsi

Lo sciopero, proclamato dal sindacato SGB per il 3 maggio 2019, in occasione dello svolgimento della prova Invalsi di Inglese alla primaria (classe V), si articola come segue:

  • SCIOPERO BREVE delle attività funzionali connesse alle SOLE prove INVALSI nella sola scuola primaria, per le attività di somministrazione dei test e per tutte le ulteriori attività connesse alla gestione dei test Invalsi per il 3 maggio 2019;
  • Sciopero delle attività funzionali connesse alle sole attività di CORREZIONE e TABULAZIONE delle prove di cui al punto precedente, nella scuola primaria, per il periodo della correzione dei test, a partire dal 3 maggio 2019 e per tutta la durata delle attività di correzione e tabulazione delle prove, come calendarizzate da ogni singola istituzione scolastica”.

Sciopero: rispetto normativa e comunicazioni

Essendo l’istruzione un servizio pubblico essenziale, lo sciopero va esercitato in osservanza delle regole e delle procedure fissate dalla normativa vigente (articolo 1 della legge 12 giugno 1990, n. 146 e successive modifiche ed integrazioni  e norme pattizie definite  ai sensi dell’art. 2 della legge medesima).

Le scuole devono comunicare lo sciopero alle famiglie e agli alunni; devono inoltre comunicare tramite SIDI le seguenti informazioni:

  • numero dei lavoratori dipendenti in servizio;
  • numero dei dipendenti aderenti allo sciopero anche se negativo;
  • numero dei dipendenti assenti per altri motivi;
  • ammontare delle retribuzioni trattenute.

nota Miur

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione