Sciopero Invalsi: legittimo astenersi per un’ora e perdere solo 17,50 euro

WhatsApp
Telegram

USB comunica che con una nota ufficiale di pochi giorni fa, la Commissione di Garanzia ha riconosciuto che lo sciopero breve della somministrazione e correzione delle prove Invalsi è legittimo.

“La Commissione conferma il proprio orientamento in merito alla legittimità di uno sciopero breve della sola attività funzionale alla somministrazione e/o correzione dei test invalsi, con relativa precisazione della collocazione oraria dell’astensione (prima ora del turno antimeridiano per la somministrazione e/o ultima ora del turno pomeridiano per la correzione), (cfr. verbali n. 1076 del 27.4.2015, n.1116 del 11.4.2016 e n. 1117 del 18.4.2017)”.

La Commissione riconosce il diritto del lavoratore di astenersi dal lavoro anche solo per la prima ora antimeridiana della somministrazione e per l’ultima ora pomeridiana fra quelle previste per la correzione.

Sarà, quindi, possibile per i lavoratori dichiarare la mattina, all’arrivo a scuola, di aderire allo sciopero per boicottare efficacemente contro i quiz Invalsi, perdendo solo i 17,50 euro dell’ora in cui si è scioperato non somministrando i test ma svolgendo normale lezione.

I lavoratori – conclude il sindacato USB – sanno finalmente di essere liberi di scegliere tra la trattenuta di un’ora sola, in caso di adesione allo sciopero dell’USB e la trattenuta dell’intera giornata in caso di adesione agli altri scioperi proclamati negli stessi giorni del 3 e del 9 maggio per l’intera giornata.

COM-GARANZIA-SU-SCIOPERO-MANSIONE-INVALSI

WhatsApp
Telegram

Eurosofia ti offre il suo supporto per la Preparazione ai Concorsi scuola ed aumentare il punteggio per le graduatorie GPS