Sciopero generale 16 dicembre, l’Authority: viola le norme, va riprogrammato. Ma Cgil e Uil tirano dritto e confermano la protesta

WhatsApp
Telegram
Sciopero

Lo sciopero generale proclamato per il prossimo 16 dicembre va riprogrammato perché non rispetta il “periodo di franchigia previsto per i servizi postali, per quelli di igiene ambientale e per i servizi alla collettività”. Cgil e Uil però non arretrano e confermano lo sciopero per il 16 dicembre.

Inoltre viola la regola della “rarefazione oggettiva”, in pratica è troppo vicino ad una serie di altri scioperi programmati per singoli settori.

È la decisione presa oggi presa oggi dalla Commissione di Garanzia dell’attuazione della legge sullo sciopero nei servizi pubblici essenziali che scrive a Cgil e Uil chiedendo di riformulare la data entro cinque giorni.

Lo sciopero del 16, infatti, rileva il Garante, non avendo i sindacati precedentemente annullato tutta una serie di proteste stabilite a suo tempo unitariamente anche con la Cisl contro la manovra, in programma fino al 17 dicembre, finisce per non rispettare la regola dell’intervallo minimo che deve intercorrere tra mobilitazioni diverse.

“Si registra un mancato rispetto dalla regola della rarefazione oggettiva”, spiega Giuseppe Santoro Passarelli nella comunicazione inviata stasera a Cgil e Uil.

Lo sciopero del 16 dicembre, per quel che riguarda il settore Poste e igiene ambientale, non rispetta neanche il periodo di franchigia durante il quale non possono essere proclamati scioperi: la regolamentazione nel servizio postale infatti esclude ogni azione di mobilitazione nei giorni di pagamento dell’Imu che quest’anno cade proprio il 16 dicembre mentre nel settore dell’Igiene ambientale l’accordo nazionale stipulato dai sindacati stessi con l’amministrazione stabilisce che non possano essere effettuati scioperi dal 15 dicembre al 6 gennaio.

Tuttavia, i sindacati Cgil e Uil non mollano e confermano di voler proseguire dritto verso lo sciopero generale e confermano la data, assicurando il pieno rispetto delle norme, pronti ad esentare dallo stop le poste.

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti