Sciopero generale 11 ottobre, non solo scuola, anche trasporto pubblico a rischio: ecco le fasce garantite

Stampa

I sindacati hanno convocato uno sciopero generale e manifestazioni nelle principali città italiane per tutta la giornata di lunedì 11 ottobre. Si fermano i trasporti (treni, aerei, autobus, metro, traghetti), ma anche scuola e uffici pubblici. 

TRENI, BUS E METRO

Si fermano i treni di Trenitalia e di Italo, sia a media che a lunga percorrenza. Nel caso di Trenitalia, l’azienda assicura servizi minimi di trasporto e ne pubblica una lista sul proprio sito. I treni che si trovano in viaggio a sciopero iniziato arriveranno comunque alla destinazione finale se raggiungibile entro un’ora dall’inizio dell’agitazione sindacale. Anche Italo ha pubblicato sul proprio sito la lista dei treni garantiti. Circa il 50% dei servizi programmati in fascia di sciopero arriveranno comunque a destinazione.

Il blocco a Milano riguarderà tutti i mezzi pubblici cittadini di Atmmetrò, autobus e tram. A rischio anche i treni regionali di Trenord, dalle ore 21:00 del 10 ottobre alle 21:00 dell’11, e del Passante. Confermate le fasce di garanzia 6:00-9:00 e 18:00-21:00

Torino le organizzazioni sindacali Filt Cgil, Fit Cisl, Uil trasporti, Faisa-Cisal e Fast Confsal e la Rsu viaggiante urbano ed extraurbano hanno proclamato due distinte azioni di sciopero di 4 ore. Garantite per il servizio ferroviario SfmA Borgaro-Aeroporto-Ceres le fasce fino alle 8.00 e dalle 14:30 alle 17:30, mentre per quello Sfm1 Rivarolo-Chieri dalle 6:00 alle 9:00 e dalle 18:00 alle 21:00.

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 2021, anche DSGA. Preparati con CFIScuola!