Sciopero donne 8 marzo 2019: ecco come partecipare nella scuola

di Lucrezia Di Dio

item-thumbnail

Sciopero donne dell’8 marzo, ecco come partecipare per le lavoratici della scuola: istruzioni e circolare MIUR.

Lo sciopero indetto per l’8 marzo dalle attiviste di Non Una di Meno riguarda tutte le donne. Una protesta di 24 ore in occasione della giornata internazionale della donna in cui dipendenti pubbliche, private, autonome sono invitate a scioperare per opporsi a qualsiasi tipo di violenzao a qualsiasi discriminazione di genere cui le donne sono sottoposte quotidianamente (magari anche senza rendersene conto)

Diseguaglianze sul lavoro, sfruttamento, violenza sul corpo femminile, ruoli nella struttura familiare e sociale, abitudini che decenni di comportamenti comuni hanno portato le donne a non far più caso al fatto di essere oggetto di discriminazioni o violenza. Cosa accade, quindi, se tutte le donne si fermano per un giorno non solo dal lavoro ma anche dai propri ruoli domestici? Questo il motivo dello sciopero, far realmente comprendere il valore della donna nella nostra società

Come si fa ad aderire allo sciopero?

Diverse sigle sindacali in Italia hanno già aderito allo sciopero (Usb, Cobas, USI). Qualunque lavoratore, pur non essendo iscritto a queste sigle sindacali può aderire allo sciopero grazie alla copertura sindacale generale.

Se nel luog in cui si lavora non c’è un sindacato di quelli che hanno aderito allo sciopero si può scioperare lo stesso poichè la comunicazione dello sciopero arriverà in azienza dalla Commissione di Garanzia, dalla Regione o dell’associazione datoriale cui l’azienda fa riferimento.

Nelle scuole la comunicazione dello sciopero arriva tramite circolare MIUR che è tenuto ad inviare a ogni singola scuola. Molto spesso, però, nonostante la proclamazione dello sciopero avvenga con largo anticipo, non sempre alle lavoratrici arriva comunicazione che possono scioperare: ma non solo posono farlo, ma nel caso non siano state avvertite è bene che segnalino dove questo accade per procedere con una diffida sindacale.

Sul sito di Non Una di Meno la circolare MIUR sarà pubblicata non appena emanata di modo che la singola lavoratrice possa presentarla nella propria scuola.

Invia il tuo quesito a [email protected]

I nostri esperti risponderanno alle domande in base alla loro rilevanza e all'originalità del quesito rispetto alle risposte già inserite in archivio

Versione stampabile
Argomenti: