Sciopero clima, SISA: no decurtazione stipendio per docenti e ATA

di redazione
ipsef

item-thumbnail

SISA Sindacato Indipendente Scuola e Ambiente nato nel 2007 per unire le lotte unitarie di docenti e di studenti per una scuola di ispirazione milaniana, ritiene positivo che il  Ministro valuti come giustificabile l’assenza degli studenti da scuola  nella giornata di sciopero indetta per il 27 settembre 2019, tuttavia in egual modo chiede debbano essere giustificati docenti e ATA.

Il SISA chiede quindi che ai lavoratori che aderiranno allo sciopero del 27 settembre non sia effettuata la trattenuta economica.

Il SISA attraverso il Segretario Davide Rossi ritiene altresì che, riconosciuto il valore formativo civico e didattico delle mobilitazione studentesche, ogni sciopero studentesco, ancorché da essi ponderatamente motivato, possa non incidere sul numero massimo delle assenze consentite dal monte ore personalizzato degli studenti.

Ricordiamo che il Miur ha inviato una nota alle scuola con la quale le stesse vengono invitate, nel rispetto della loro autonomia, a considerare giustificate le assenze degli studenti per la mobilitazione mondiale contro il cambiamento climatico, che si svolgerà il 27 settembre.

Qualora i Collegi optino per tale possibilità, l’assenza va comunque giustificata attraverso l’apposito libretto con la motivazione reale e non computata nel limite massimo di assenze consentite ai fini dell’ammissione alla classe successiva (è necessario frequentare per almeno tre quarti del monte ore personalizzato)

Ammissione classe successiva, limite massimo di assenze e deroghe. Studenti con disabilità

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione