Sciopero, battuta informale di Bussetti “spostatelo al 28, giorno del mio compleanno”

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Si è trattato solo di una battuta, sia chiaro. Le parole del Ministro Bussetti sono state riferite dal coordinatore della Gilda degli Insegnanti Rino Di Meglio nel corso di una intervista a Radio Cusano. 

Leggiamo dal report dell’intervista, in cui a Di Meglio viene chiesto perché non si proceda prima allo svuotamento delle attuali graduatorie per poi passare ad un nuovo reclutamento “Sicuramente sarebbe più corretto ma il Ministro non ha proferito parola, non ha voluto affrontare nessun tipo di discorso. Posso solo riportare qualche battuta, molto ma molto informale, ad esempio sullo sciopero del prossimo 17 Maggio. Il Ministro ha detto di stare con noi, al nostro fianco, magari, ha detto, spostatelo ad un’altra data, il 17 è una brutta data, fatelo il 28 che è il mio compleanno. Siamo rimasti tutti senza parole.

Lo sciopero del 17 maggio è stato proclamato dai sindacati FLCGIL, Cisl, UIL, Snals e Gilda  con le seguenti richieste

Regionalizzazione: salvaguardia del carattere unitario e nazionale del sistema scolastico

Emergenza salariale: trattamenti economici inadeguati a riconoscere l’importanza e il valore del lavoro nei settori della conoscenza

Emergenza precariato. Il ricorso ai contratti di lavoro a tempo determinato non si è affatto ridotto negli ultimi anni, nonostante ripetuti interventi legislativi in materia di reclutamento.

Emergenza personale ATA, costretto a carichi di lavoro crescenti e sempre più gravosi, con organici inadeguati e ricorso abnorme.

Lo sciopero interesserà tutto il comparto scuola per l’intera giornata, preceduto dall’astensione dalle attività aggiuntive non obbligatorie nel periodo 26 aprile – 16 maggio.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione