Sciopero 8 gennaio. Circolari e indicazioni sul registro elettronico, per gli studenti forse un giorno in più di vacanza

Stampa

Così viene visto dal Corriere.it lo sciopero proclamato per l’8 gennaio prossimo. Primo giorno di rientro dopo la sospensione delle lezioni per le festività natalizie, per gli studenti potrebbe trattarsi di un giorno in più di vacanza.

Lo sciopero è stato inizialmente proclamato dal sindacato Saese. Dopo la sentenza del 20 dicembre 2017 del Consiglio di Stato sui diplomati magistrale, ai quali viene negato l’inserimento in GaE, vi hanno aderito Anief e CUB. Sciopero 8 gennaio, la comunicazione Miur ufficiale di adesione Anief e CUB

E’ prevista una adesione di massa, sia perché molte docenti hanno già comunicato in maniera ufficiale alle scuole la propria adesione (anche se non è obbligatorio farlo), sia perché attraverso le manifestazioni già indette in questi giorni e i sit in organizzati si può avere un’idea dell’alto numero di partecipanti.

Si consideri che la sentenza interessa una platea di circa 43.600 insegnanti di scuola di infanzia e primaria, ma lo sciopero interessa tutti gli ordini di istruzioni, personale ATA compreso.

Alcuni Dirigenti Scolastici hanno già organizzato l’orario in base alle adesioni ricevute (chi ha detto esplicitamente di non voler partecipare non può cambiare idea) e comunicato alle famiglie tramite circolare o registro elettronico la formulazione dell’orario per quella giornata. Alcune scuole rimarranno chiuse, e molti genitori lasceranno i bambini a casa, per evitare il disagio di dover andare a prenderli prima, magari a costo di un permesso da richiedere in ufficio.

Ricordiamo le istruzioni per lo sciopero

Sciopero 8 gennaio, le istruzioni. Come dare adesione, quanto si perde di stipendio. Molte scuole rischiano di chiudere

L’articolo del Corriere Sciopero a scuola l’8 gennaio: vacanze più lunghe per gli studenti

Stampa

Il nuovo programma di supporto gratuito Trinity per docenti di lingua inglese