Sciopero 17 maggio, Cobas confermano

Stampa

Piero Bernocchi   portavoce nazionale COBAS – I  COBAS confermano e rilanciano lo sciopero della scuola per il 17 maggio contro la regionalizzazione dell’istruzione,

ma anche per un contratto con aumenti salariali che recuperino almeno il 20% di salario reale perso negli ultimi anni; per l’assunzione di tutti/e i precari/e con 36 mesi di servizio; per l’aumento degli organici ATA; per dire NO all’Invalsi come strumento di valutazione delle scuole, dei docenti e degli studenti, inseguendo la disastrosa “didattica delle competenze”, e No ai sorteggi che ridicolizzano l’Esame di Stato.

Invitiamo a scioperare con noi anche gli iscritti/e dei Cinque davvero intenzionati a battersi contro la distruttiva regionalizzazione, oltre che per un contratto con consistenti recuperi salariali e per l’assunzione stabile di tutti i precari.

Nella stessa giornata, insieme ad altre organizzazioni che hanno mantenuto lo sciopero per il 17 maggio e ad associazioni che si battono contro la regionalizzazione, effettueremo una manifestazione nazionale a Roma a Montecitorio, di fronte al Parlamento a partire dalle ore 10.

Manifestazioni regionali si terranno a Bologna e a Napoli.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur