Scienza, Futuro e Pratiche scolastiche. Ciclo di incontri formativi gratuiti

Stampa

Ciclo di incontri formativi gratuiti sulle frontiere della ricerca scientifica per riflettere su tematiche attuali, contenuti e pratiche scolastiche. Approfondire le cause degli aspetti climatici, comprendere le basi neuroscientifiche dell’apprendimento, scoprire a che punto è la ricerca in ambito robotico e nel campo dell’iterazione uomo-macchina: ecco le tematiche che saranno affrontate nei tre incontri organizzati da Fondazione Golinelli in collaborazione con De Agostini Scuola per preparare al meglio i cittadini del futuro a partire dai banchi di scuola.

Gli insegnanti sono quotidianamente chiamati ad affrontare tematiche sempre più attuali che necessitano di un approfondimento ad opera di esperti del settore. Per rispondere alle necessità dei docenti e fornire loro strumenti e spunti di riflessione per preparare al meglio gli alunni ad affrontare il presente e il futuro, Fondazione Golinelli e De Agostini Scuola hanno dato vita a un ciclo di incontri formativi gratuiti dal titolo “Scienza, Futuro e Pratiche scolastiche”. Il corso è dedicato ai docenti di ogni ordine e grado scolastico e si svolgerà a partire dal 25 febbraio 2020 presso Opificio Golinelli (via Paolo Nanni Costa 14 Bologna) dalle 15 alle 18. Durante gli incontri sarà possibile interagire con gli esperti per riflettere insieme e adattare le pratiche scolastiche.

Gli appuntamenti sono gratuiti con iscrizione obbligatoria al seguente link: http://bit.ly/scienza-futuro e saranno fruibili anche in streaming sul canale YouTube di Fondazione Golinelli: http://bit.ly/streamingFG

  • 25 FEBBRAIO 2020 – Antonello Pasini, fisico climatologo del CNR, Roma

CAUSE ED IMPATTI DEI CAMBIAMENTI CLIMATICI RECENTI: CHE FARE?

I cambiamenti climatici rappresentano una sfida per la scienza e per la società. Comprenderne le cause e gli effetti ci permetterà di capire come poter agire in maniera concreta a partire dai banchi di scuola.

  • 16 MARZO 2020 – Leonardo Fogassi, neuroscienziato, docente di fisiologia all’Università degli Studi di Parma

BASI NEUROSCIENTIFICHE DELL’APPRENDIMENTO

L’apprendimento è stato molto studiato a livello psicologico, sia nell’animale sia nell’uomo, portando a individuare numerose modalità di apprendimento e vari tipi di memorie. Verranno forniti spunti di riflessione per orientare le pratiche didattiche e scolastiche alla luce delle evidenze neuroscientifiche.

  • 23 APRILE 2020 – Alessandra Sciutti, ricercatrice IIT – robotica, interazione uomo macchina

ROBOTICA OGGI: SFIDE E OPPORTUNITÀ

In questi anni abbiamo assistito a un rapido sviluppo della robotica e dell’intelligenza artificiale. Scopriremo come un robot possa essere un prezioso alleato di chi studia come gli esseri umani, sin da bambini, imparino a interagire con gli altri e vedremo come utilizzare i dati nelle pratiche scolastiche.

Stampa