School Bonus. Toccafondi: è rivoluzione culturale, vale per tutte le scuole

Stampa

"Lo School Bonus è operativo e vale per tutte le scuole statali e non statali, è una rivoluzione culturale, mai si era data la possibilità a chi aiuta le scuole di avere detrazioni fiscali.

"Lo School Bonus è operativo e vale per tutte le scuole statali e non statali, è una rivoluzione culturale, mai si era data la possibilità a chi aiuta le scuole di avere detrazioni fiscali. Peccato per quel 10%, inserito con un emendamento, che lo Stato trattiene, ne capisco la finalità di aiuto a scuole in zone disagiate ma sarà un forte freno alle donazioni, chi dona ad una scuola non vuole che una parte sia lasciata allo Stato e lo vuole fare dando direttamente alla scuola non ad un Iban del Ministero''. 
Lo ha affermato il sottosegretario al Miur, Gabriele Toccafondi, oggi a Napoli all'Istituto superiore statale Rosario Livatino, dove ha partecipato all'incontro "Run Your Dream and Justice",
''Nonostante questi ostacoli – ha aggiunto – dobbiamo riconoscere che siamo di fronte ad una rivoluzione culturale
perché fino ad ora a chi donava ad una scuola veniva dato un riconoscimento 'morale' e se andava bene una targa, adesso il riconoscimento è anche economico attraverso il credito d'imposta". "Il credito d'imposta è riconosciuto a persone fisiche, enti non commerciali e soggetti titolari di reddito d'impresa. Chi vuole destinare una erogazione liberale alle scuole – specifica Toccafondi – potrà contare su benefici fiscali: le erogazioni infatti possono arrivare fino a 100.000 euro e fanno maturare al donante un credito di imposta fino al 65% (poi diventerà del 50%). Le erogazioni possono essere fatte per tre finalità: realizzazione di nuove strutture scolastiche, manutenzione e potenziamento di quelle esistenti e sostegno a interventi che migliorino l'occupabilità degli studenti".

Stampa

Concorsi ordinari docenti entro il 31 dicembre 2021. Il 9 novembre ne parliamo in diretta. Registrati al webinar