Schiaffo ad alunno, docente condannata a 10 giorni di carcere

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Una docente di matematica di una scuola secondaria di II grado di Verona è stata condannata a 10 giorni di carcere e a 600 euro di risarcimento.

I fatti

La docente, come riferisce l’Ansa, aveva dato uno schiaffo ad un alunno quattordicenne, ripreso più volte perché disturbava e poi allontanato dalla classe.

Rientrato in aula, l’allievo ha trovato il banco vicino alla cattedra, in modo che l’insegnate potesse meglio controllarlo. L’alunno, tuttavia, ha continuato a disturbare, cercando anche di vedere i voti caricati dalla docente sul registro elettronico. A questo punto la professoressa avrebbe alzato la mano, colpendo il ragazzo al viso e facendogli volare gli occhiali.

La sentenza

Il tribunale, non credendo al fatto che la docente aveva colpito l’alunno involontariamente, ha comminato la condanna suddetta: 10 giorni e 600 euro di risarcimento.

Gli avvocati dell’insegnante hanno annunciato che faranno appello alla sentenza.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione