Schettini: “La bocciatura non è una tragedia. Il fallimento fa parte della vita. La scuola ci deve educare anche ad affrontare i problemi”

WhatsApp
Telegram

Vincenzo Schettini è diventato un influencer di spicco nel campo della scienza. Attraverso le sue lezioni online, note come “La fisica che ci piace”, Schettini ha aperto un portale sul mondo dell’istruzione, raggiungendo milioni di follower.

In un recente video su YouTube, Schettini ha parlato della bocciatura, offrendo una prospettiva rivoluzionaria sull’argomento. “La bocciatura non è una cosa brutta”, sostiene. Il suo punto di vista da insegnante pone l’accento sul fallimento come parte integrante del processo di apprendimento, piuttosto che come un segno di tragedia o disfatta.

“Quante volte ho fallito un esame all’università e mi sono laureato grazie al fatto che ho fallito,” afferma. Con questa riflessione, Schettini invita tutti a comprendere che il fallimento è un aspetto inevitabile della vita. Inoltre, sottolinea l’importanza di accettare i risultati, siano essi positivi o negativi, e di utilizzarli come un punto di partenza per una seconda possibilità.

La posizione di Schettini sul fallimento è un monito forte contro la visione tradizionale dell’istruzione, in cui una bocciatura è vista come una calamità. Secondo Schettini, la scuola ha il compito di educare gli studenti a come affrontare i problemi, inclusa la bocciatura. Il fallimento, sostiene, dovrebbe essere affrontato come un’opportunità di apprendimento e di crescita.

WhatsApp
Telegram

Percorsi abilitanti riapertura straordinaria 60 cfu. Scadenza adesioni 24 giugno. Contatta Eurosofia