Schettini: “I docenti non ne possono più della burocrazia, sono stanchi di essere pagati poco. Il loro lavoro non si ferma alle lezioni in classe”

WhatsApp
Telegram

Vincenzo Schettini è un nome che suona familiare a molti: fisico, musicista, professore, influencer e scrittore. Autore del libro “La fisica che ci piace”, Schettini è un personaggio poliedrico molto seguito sui social.

Recentemente, in un’intervista al Corriere Adriatico, ha aperto il velo sul mondo della didattica, mettendo in luce le problematiche che affliggono il sistema scolastico.

Secondo Schettini, uno dei problemi più pressanti è la burocrazia che soffoca i docenti. “I professori sono stanchi di essere pagati poco e di non avere la libertà di lavorare come vorrebbero”, dice. Sottolinea come il carico di lavoro dei docenti non si limiti alle canoniche 18 ore di lezione, ma includa anche la correzione di compiti, la preparazione di lezioni e corsi di aggiornamento.

La frustrazione tra i docenti è palpabile, specialmente quando si parla di stipendi e impegno. Schettini propone più autonomia dal Ministero dell’Istruzione. “Se un docente trasmette cultura con il buonumore, questo si riflette anche sugli studenti, che imparano meglio,” aggiunge.

Ma come si definisce Schettini tra le molte etichette che potrebbero attaccargli? “Mi definirei una persona curiosa”, afferma. Con un numero elevato di followers e visualizzazioni, non può negare il suo ruolo come influencer. “Un influencer è una persona che influenza, entusiasma o deprime,” dice, confermando che anche i professori possono essere considerati influencer nel loro piccolo mondo.

Schettini non è solo un educatore nel senso tradizionale; attraverso i suoi video e lezioni online, sta anche affrontando temi legati alla tecnologia. Avverte i giovani sulle trappole delle chat online come ChatGPT, che non offrono la ‘vera’ libertà, specialmente se utilizzate per barare sui compiti.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri