Schermi in classe, fino ad oggi 13 dicembre il grande cinema in aula

Stampa

Ha preso il via a Parma il 23 ottobre e si concluderà oggi 13 dicembre a Sulmona Schermi in classe, iniziativa di Libera, Cinemovel e Associazioni contro le mafie.

“Schermi in classe”, il progetto culturale promosso da Cinemovel Foundation e da Libera, Associazioni, nomi e numeri contro le mafie, sostenuto da Miur e Mibac, anche quest’anno porterà il cinema sul grande schermo nelle scuole italiane.

L’iniziativa è la prima proposta nazionale di cinema itinerante e comunicazione sociale per le scuole, che mira a offrire agli studenti uno spazio di visione e ragionamento sul tema delle mafie e della criminalità organizzata. Il progetto punta altresì a creare un nuovo strumento per fare didattica con il cinema e con le fonti audiovisive.

Nel Piano Nazionale “Cinema per la scuola”, pubblicato da Miur e Mibac, la capacità di interpretare le immagini in movimento è indicata come strumento imprescindibile per la creazione di società inclusive, civili e moderne” ha spiegato il coordinatore di Schermi in classe, Enzo Bevar.

Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera, ha inoltre sottolineato che “Il cinema è grande perché grandi uomini aiutano a vedere la realtà così come essa si snoda sotto i nostri occhi trovandoci spesso incapaci di osservarla“.

Stampa

Personale all’estero: certificazione Inglese B2 e corso on-line Intercultura con CFIScuola!