Scelta scuola sbagliata; ecco come rimediare

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il 31 gennaio è la data di scadenza per presentare le iscrizioni per il prossimo anno scolastico, ma è anche l’ultimo giorno utile per rimediare alla scelta sbagliata di un indirizzo anche se la domanda è già stata inoltrata.

A rassicurare in caso di ripensamento è un articolo pubblicato sul Sole 24 Ore. La procedura telematica resa disponibile sul sito Miur (leggi anche: Al via le iscrizioni alle classi prime, scadenza 31 gennaio) fa pensare a un invio definitivo senza possibilità di tornare sulle proprie decisioni. Invece, la procedura resta in qualche modo reversibile, purché venga informata la scuola dove è stata inoltrata la domanda per chiederne la restituzione alla famiglia, in modo da essere sbloccata e resa nuovamente disponibile sul sito.

Non si tratta di un aspetto secondario, visto che secondo quanto emerge da una ricerca pubblicata da Skuola.net circa il 44% degli studenti non ha ancora le idee chiare al momento dell’iscrizione. Un articolo pubblicato su Repubblica ricorda che uno studente su cinque che non segue i consigli dei prof alle medie per la scelta della scuola superiore è bocciato, al contrario di quanto avviene a chi ha seguito il cosiddetto “consiglio orientativo” fornito dagli insegnanti della scuola media. Costoro andranno incontro a una promozione quasi certa.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione