Come scegliere la scuola giusta. Gavosto (FGA): seguire le inclinazioni e parlare con i docenti

WhatsApp
Telegram

Andrea Gavosto della Fondazione Agnelli ha dato una serie di suggerimenti su Repubblica per la giusta scelta dell’indirizzo di studio in vista delle iscrizioni che partono dal prossimo martedì.

Per prima cosa bisogna puntare sull’interesse dei ragazzi, senza copiare dagli amici le loro scelte; raccogliere informazioni parlando con i docenti è un altro dei suggerimenti di Gavosto.

Per la scelta della scuola primaria, meglio far prevalere la vicinanza: tra i bambini di quell’età sono importanti le interazioni nel gioco e nelle attività sportive. Stessa cosa per la scelta della scuola media: non tutte sono di qualità, ma non occorre guardare solo a quello; anche l’aspetto multietnico di alcune scuole può essere stimolante per conoscere ed imparare la varietà della nostra società.

Per la scelta delle superiori occorre puntare sull’interesse, atraverso test attitudinali e prendendo informazioni partendo da ciò che si vuole fare da grandi e quindi scegliere il percorso più adatto allo scopo.

Importante è non fare l’errore di scegliere la scuola dei compagni di classe delle medie solo per non staccarsi da loro, ma anche quello di obbligare ad iscriversi ad un indirizzo per cui non si è portati.

Tra gli strumenti che aiutano nell’orientamento, dice Gavosto, c’è Eduscopio e Scuola in Chiaro, ma anche la partecipazione agli open day, muovendosi per tempo, e il colloquio con docenti e presidi è di grande aiuto per una scelta così importante per il futuro.

Fonte

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur