Scatto stipendiale restituito tassato con aliquota massima, perché? Resta retrocessione gradone precedente. Decreto “blocca prelievo” in Gazzetta

di redazione
ipsef

red – Ieri è stata restituita, con una distinta emissione, la somma decurtata dalla mensilità relativa a Gennaio 2014 per effetto del Dpr 122 del 2013. Decurtazione bloccata dal decreto del 17 gennaio 2014. Qualcuno ci ha segnalato la presenza di una eccessiva tassazione della somma restituita e della retrocessione del gradone. Vi spieghiamo perché e cosa accadrà.

red – Ieri è stata restituita, con una distinta emissione, la somma decurtata dalla mensilità relativa a Gennaio 2014 per effetto del Dpr 122 del 2013. Decurtazione bloccata dal decreto del 17 gennaio 2014. Qualcuno ci ha segnalato la presenza di una eccessiva tassazione della somma restituita e della retrocessione del gradone. Vi spieghiamo perché e cosa accadrà.

I nostri utenti ci hanno avvertiti che la data dello scatto stabilizzata al 31/12/2014, nel cedolino di Gennaio risulta al 31/12/2015. Inoltre, altri utenti ci hanno segnalato una tassazione della somma restituita fino al 40%. Cosa sta accadendo?

Data scatto

Semplice, sia nel primo cedolino con il prelievo dello scatto, che nel secondo, con il quale si reintegra, risulta indicata la posizione stipendiale precedente a quella acquisita nel 2013, confermando la retrocessione prevista dal Dpr 122.

Il Decreto del 17 gennaio 2014 (Disposizioni temporanee ed urgenti in materia di automatismi stipendiali del personale della scuola) che ha consentito la restituzione e il blocco dei futuri prelievi, conferma le posizioni stipendiali conseguite nel 2013.

Perché, dunque, nei cedolini viene confermata la retrocessione?
La conferma della posizione richiede l’entrata in vigore del decreto con la sua pubblicazione in Gazzetta Ufficiale. Pubblicazione che è avvenuta proprio oggi e che trovate a questo link
Quindi, dalla prossima emissione la data dovrà tornare ad essere conteggiata con lo scatto maturato.

Aliquota IRPEF

Altra questione, alcuni utenti ci hanno segnalato una eccessiva tassazione della somma restituita dal MEF. Ad esempio, un utente ci segnala che dei 150 euro previsti di rimborso, ne sono tornati solo 109.

Ebbene, alla restituzione dei 150 euro nel secondo cedolino è stata applicata la ritenuta IRPEF ad aliquota massima, ma, nel caso in cui ci fossero delle ritenute superiori al dovuto, esse verranno compensate con il conguaglio fiscale del 2014

Vedi anche

Posizioni stipendiali e incrementi economici del personale della scuola: il Ministro convoca i sindacati per martedì 28 gennaio

Scatti stipendiali, vittoria (per i prof). Pagamento 2012, sblocco 2013 e ripristino 2014. Gli ATA? Il testo del Decreto

Versione stampabile
anief anief
soloformazione