Scatto anzianità 2013 non riconosciuto: un danno da migliaia di euro nella carriera dei docenti italiani. Lettera

Stampa
ex

Inviato da Luca Gallo- Le affermazioni che riguardano gli stipendi miseri degli insegnanti italiani si sa si sprecano, ormai i docenti italiani sono abituati a chi per pura propaganda afferma che gli insegnanti percepiscono degli stipendi da fame che non sono neanche lontanamente paragonabili alla media degli stipendi europei, per cui basta con le affermazioni ad effetto, tanto si sa, la realta’ non cambia di una virgola.

Piuttosto, che si recuperi quanto prima il 2013 ai fini contributivi visto che tale anno rimane ancora nel limbo, siamo stufi delle parole e degli annunci per quanto riguarda la giusta retribuzione per una categoria massacrata, ma almeno che sia riconosciuto il lavoro svolto che risale addirittura a 7 anni fa, ovvero prima di dare bonus a destra e a manca che sia ripristinato quanto ci appartiene di diritto, il 2013 ci spetta perche’ abbiamo lavorato, basta chiacchiere, perfino i sindacati sembrano aver dimenticato questa faccenda, e’ una vergogna che non ammette ulteriori ritardi.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico