Scatti di anzianità ai precari, ordinanze Corte di Cassazione

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La Corte di Cassazione, con ordinanze n. 26353/18 e 2799/18 ha rigettato i ricorsi del Miur contro il personale docente che chiede il pagamento degli scatti di anzianità anche per i precari. Il ricorso è stato patrocinato dall’Associazione Diritti Civili nelle Scuole.

Il personale della scuola è stato difeso dall’Avv. Carlo Rienzi.

La difesa del Miur, basata sulla specialità del sistema del reclutamento scolastico,  sull’esistenza di ragioni oggettive legate alla necessità di assicurare la continuità didattica – afferma la Corte “sovrappone e confonde il principio di non discriminazione, previsto dalla clausola 4 dell’Accordo quadro sul lavoro a tempo determinato […] , con il divieto di non abusare della reiterazione del contratto a termine, oggetto della disciplina dettata dalla clausola 5 dello stesso Accordo.

La Corte ha rigettato il ricorso del Miur  e compensato le spese del giudizio.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione