Scatti di anzianità ai precari: anche per il personale ATA l’Anief vince in tribunale contro il Miur

di redazione
ipsef

item-thumbnail

La nuova sentenza ottenuta dai legali Anief Fabio Ganci, Walter Miceli e Mirella Pulvento, infatti, condanna l’evidente discriminazione cui è stata sottoposta un’Assistente Amministrativa precaria sin dal 2004 a causa del mancato riconoscimento del diritto a percepire la retribuzione calcolata in base agli effettivi anni di servizio svolti con contratti a termine.

Accertato, dunque, “il diritto della ricorrente al riconoscimento integrale dell’anzianità di servizio maturata durante i periodi effettivamente lavorati con contratti di lavoro a tempo determinato stipulati con la parte resistente” con diritto a percepire “integralmente le differenze stipendiali maturate in ragione della predetta anzianità di servizio, sulla base dei CCNL ratione temporis vigente in relazione alla classe stipendiale di riferimento”. Nuovamente sancito in tribunale, dunque, il pieno diritto dei lavoratori ATA per anni sfruttati dal Miur con contratti a termine a percepire sin da subito le progressioni stipendiali riconosciute dal Miur al solo personale di ruolo.

“Non ci stancheremo mai di ribadire che le discriminazioni contenute nel CCNL scuola a discapito dei lavoratori precari, docenti e ATA, non sono tollerabili – commenta Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal – ed è necessario un immediato adeguamento alla normativa Europea. Un lavoratore precario da più di 10 anni come la ricorrente che hanno tutelato in tribunale i nostri legali, secondo la normativa interna, non ha diritto alla progressione di carriera nonostante in 10 anni abbia di certo acquisito competenze e professionalità che migliorano la sua prestazione professionale e non è possibile non riconoscere tale merito nella retribuzione; con la rappresentatività chiederemo l’adeguamento contrattuale alla normativa europea e ribadiremo il nostro secco NO alla discriminazione dei lavoratori a termine anche per quanto riguarda i permessi, le ferie e la ricostruzione di carriera una volta immessi in ruolo”. L’Anief ha promosso ricorsi ad hoc per la tutela dei lavoratori precari cui è ancora possibile aderire per ottenere il giusto riconoscimento della propria professionalità.

Di contrattazione e diritti dei lavoratori precari si parlerà anche nel corso dei nuovi seminari gratuiti sulla legislazione scolastica organizzati da Anief ed Eurosofia “DIES IURIS LEGISQUE” che si stanno svolgendo in tutta Italia e che vedono come relatore proprio il presidente Anief Marcello Pacifico.

Per ulteriori informazioni sul programma elettorale Anief e proporre la propria candidatura nelle liste Anief, clicca qui.

Per ulteriori informazioni sui nuovi seminari promossi dall’Anief “DIES IURIS LEGISQUE” con il presidente Marcello Pacifico e consultare il calendario degli incontri, clicca qui.

Per aderire ai ricorsi Anief per ottenere gli scatti di anzianità durante il precariato e il risarcimento del danno, clicca qui.

Versione stampabile
anief
soloformazione