Scatti di anzianità riconosciuti ai precari: lo ha deciso il giudice del lavoro

WhatsApp
Telegram

Riconosciuti gli scatti di anzianità a 66 insegnanti precari  di Vercelli, a deciderlo il giudice del lavoro del tribunale di Vercelli su una vicenda iniziata nel gennaio 2011.

Riconosciuti gli scatti di anzianità a 66 insegnanti precari  di Vercelli, a deciderlo il giudice del lavoro del tribunale di Vercelli su una vicenda iniziata nel gennaio 2011.

I 66 precari presentarono ricorso per la stabilizzazione e per veder riconosciuti gli scatti di anzianità di servizio che dopo 4 anni sono stati riconosciuti giuridicamente ed economicamente loro al giudice monocratico del lavoro a partire dal primo contratto annuale o comunque superiore a 180 giorni. Inoltre i ricorrenti hanno visto riconosciuto il loro diritto a percepire gli scatti stipendiali di anzianità maturati negli anni.




All’USR e all’Ufficio Ambito Territoriale la sentenza costerà 352.663 euro, soldi che serviranno a pagare i docenti in qualità di risarcimento economico. L’avvocato che ha rappresentato i precari si dichiara soddisfatta ma vuole proseguire la sua azione chiedendo la stabilizzazione dei precari.

La sentenza, secondo Barbara Tricerri, coordinatrice provinciale della Gilda, la sentenza darà luogo a nuovi ricorsi per l’immissione in ruolo e il risarcimento per la reiterazione dei contratti a termine, soprattutto dopo la sentenza della Corte di Giustizia Europea.

La Gilda, infatti, chiede che anche in Italia vengano riconosciute le norme europee che fanno in modo di vietare la reiterazione dei contratti a termine oltre ai 3 anni: dopo tale periodo, secondo le norme europee, gli insegnanti precari devono essere assunti in ruolo.

WhatsApp
Telegram

Concorso per dirigenti scolastici. Corso preparazione: 285 ore di lezione, simulatore Edises con 14mila quiz e modulo informatica. Nuova offerta a 299 euro