In provincia di Cosenza, positive due docenti dell’infanzia: scuola chiusa e quarantena

Stampa

Una scuola dell’infanzia a Scalea, in provincia di Cosenza, è stata chiusa dal 4 novembre scorso. A prendere il provvedimento è stato il sindaco Giacomo Perrotta, dopo la positività al tampone rapido sul Covid-19 da parte di due insegnanti non residenti nel comune.

Le classi frequentate dalle due docenti sono state cinque su nove. La scuola rimarrà chiusa e non è ancora stata individuata la data della sua riapertura.

“L’Asp, in collaborazione con la direzione didattica e sotto la nostra costante supervisione – ha commentato il Primo cittadino al sito Miocomune.tv – inizierà a stilare l’elenco dei bambini entrati in diretto contatto con le due insegnanti”.

La sospensione dell’attività scolastica era stata suggerita dalla Asp che ha anche disposto la quarantena obbligatoria di 14 giorni per i bambini e loro genitori che risultassero positivi al tampone, ovvero una quarantena di 10 giorni in caso di negatività.

Gli atti ufficiali del Sindaco, come precisato in una nota, sono stati disposti la mattina successiva alla comunicazione arrivata dalla Asp e hanno reso operative le disposizioni di quarantena che nella sera precedente erano solo raccomandate.

Stampa

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia